L'Oms costretta ad annullare una missione per portare aiuti medici a Gaza: nessuna garanzia sulla sicurezza
Top

L'Oms costretta ad annullare una missione per portare aiuti medici a Gaza: nessuna garanzia sulla sicurezza

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato di essere stata costretta ad annullare una missione per portare forniture mediche nel nord di Gaza domenica dopo non aver ricevuto garanzie di sicurezza

L'Oms costretta ad annullare una missione per portare aiuti medici a Gaza: nessuna garanzia sulla sicurezza
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Gennaio 2024 - 13.16


ATF

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato di essere stata costretta ad annullare una missione per portare forniture mediche nel nord di Gaza domenica dopo non aver ricevuto garanzie di sicurezza, riferisce Reuters.

È la quarta volta che l’OMS ha dovuto annullare una missione pianificata per portare forniture mediche urgenti all’ospedale Al-Awda e al drugstore centrale nel nord di Gaza dal 26 dicembre.

“Sono passati 12 giorni dall’ultima volta che siamo riusciti a raggiungere il nord di Gaza”, ha scritto l’ufficio dell’OMS nei territori palestinesi occupati sulla piattaforma di social media X.

“I pesanti bombardamenti, le restrizioni ai movimenti e le comunicazioni interrotte stanno rendendo quasi impossibile la consegna regolare e sicura di forniture mediche in tutta Gaza, in particolare nel nord”.

La consegna prevista domenica, ha affermato l’OMS, è stata progettata per sostenere le operazioni di cinque ospedali nella parte settentrionale dell’enclave.

Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si è detto “scioccato dall’entità dei bisogni sanitari e della devastazione nel nord di Gaza”.

Leggi anche:  Bombe israeliane contro una scuola dell'Onu a Nuseirat: 16 morti e oltre 100 feriti

“Ulteriori ritardi porteranno a ulteriori morti e sofferenze per troppe persone”, ha scritto su X.

Native

Articoli correlati