L'Oms annuncia la riapertura parziale dell'ospedale di al Shifa, nel nord di Gaza
Top

L'Oms annuncia la riapertura parziale dell'ospedale di al Shifa, nel nord di Gaza

L'Organizzazione Mondiale della Sanità e i partner "sono riusciti a raggiungere l'ospedale di al Shifa, nel nord di Gaza, e a consegnare 9300 litri di carburante e forniture mediche per coprire 1000 traumi e 100 pazienti in dialisi

L'Oms annuncia la riapertura parziale dell'ospedale di al Shifa, nel nord di Gaza
Guerra di Gaza
Preroll

globalist Modifica articolo

12 Gennaio 2024 - 12.13


ATF

Dopo oltre due settimane, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e i partner “sono riusciti a raggiungere l’ospedale di al Shifa, nel nord di Gaza, e a consegnare 9300 litri di carburante e forniture mediche per coprire 1000 traumi e 100 pazienti in dialisi renale”. Lo ha sottolineato su X il direttore generale dell’agenzia delle Nazioni Unite, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Il team, si legge ancora nel post, “ha riferito che al-Shifa, in precedenza il principale ospedale di Gaza, ha ristabilito i servizi con 60 membri del personale medico, oltre a un reparto chirurgico e medico con 40 letti, un dipartimento di emergenza, quattro sale operatorie, servizi ostetrici e ginecologici d’emergenza di base, unità di emodialisi limitata, servizi di laboratorio minimi eservizi di radiologia di base”

La ripresa parziale dei servizi ad Al-Shifa significa “che il consumo di carburante è molto più elevato e la necessità di forniture mediche è in aumento”, ha aggiunto il direttore.

Leggi anche:  L'appello di 350 Ong israeliane e palestinesi: costruire la pace attraverso la società civile
Native

Articoli correlati