Top

Vaiolo delle scimmie, Oms: "Non sarà una nuova pandemia, ma ci sono molte incognite"

La dottoressa Rosamund Lewis, dell'Oms, chiarisce: "Non è ancora noto se questo virus stia sfruttando una nuova modalità di trasmissione, di sicuro continua a sfruttare la sua nota modalità di trasmissione, che è il contatto fisico ravvicinato"

Vaiolo delle scimmie, Oms: "Non sarà una nuova pandemia, ma ci sono molte incognite"
Rosamund Lewis

globalist

30 Maggio 2022 - 14.35


Preroll

Non c’è allarme pandemia per quanto riguarda il vaiolo delle scimmie. La principale esperta di questa malattia dell’Organizzazione mondiale della sanità, la dottoressa Rosamund Lewis, ha detto di non aspettarsi che le centinaia di casi segnalati del virus fino ad oggi si trasformino in un’altra pandemia. Allo stesso tempo ha riconosciuto che ci sono ancora molte incognite sulla malattia, incluso come si sta diffondendo esattamente e se la sospensione dell’immunizzazione di massa contro il vaiolo decenni fa potrebbe in qualche modo accelerarne la trasmissione.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lewis ha spiegato come sia fondamentale sottolineare che la stragrande maggioranza dei casi osservati in dozzine di paesi nel mondo riguarda gay, bisessuali o uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, in modo che gli scienziati possano studiare ulteriormente il problema e affinché le popolazioni a rischio prendano precauzioni. “È molto importante descrivere questo perché sembra essere un aumento di una modalità di trasmissione che potrebbe essere stata poco riconosciuta in passato”, ha affermato la responsabile tecnica dell’Oms sul vaiolo delle scimmie.

Middle placement Mobile

Tuttavia, ha avvertito che chiunque è a potenziale rischio di contrarre la malattia, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale. Altri esperti hanno sottolineato che potrebbe essere accidentale che la malattia sia stata rilevata per la prima volta in uomini gay e bisessuali, affermando che potrebbe rapidamente diffondersi in altri gruppi se non viene frenata. Lewis ha detto che non è noto se il vaiolo delle scimmie sia trasmesso dal sesso o solo dallo stretto contatto tra le persone impegnate in attività sessuali e ha descritto la minaccia per la popolazione generale come “bassa”.

Dynamic 1

“Non è ancora noto se questo virus stia sfruttando una nuova modalità di trasmissione, ma ciò che è chiaro è che continua a sfruttare la sua nota modalità di trasmissione, che è il contatto fisico ravvicinato”, ha affermato Lewis. È noto che il vaiolo delle scimmie si diffonde quando c’è uno stretto contatto fisico con una persona infetta o con i suoi vestiti o lenzuola. La maggior parte dei pazienti con vaiolo delle scimmie sperimenta solo febbre, dolori muscolari, brividi e affaticamento. Le persone con malattie più gravi possono sviluppare un’eruzione cutanea e lesioni sul viso e sulle mani che possono diffondersi ad altre parti del corpo. Non sono stati segnalati decessi nell’attuale focolaio.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile