Top

Sul nucleare Europa verde attacca: "Salvini e Renzi fanno gli interessi dell'Italia o della Francia"

I co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli e Eleonora Evi: "

Sul nucleare Europa verde attacca: "Salvini e Renzi fanno gli interessi dell'Italia o della Francia"
Salvini e Renzi

globalist

6 Gennaio 2022 - 19.01


Preroll

Ci sono le rinnovabili che sono l’unico vero futuro. Ma la lobby del nucleare vuole mettere mani e piedi nella zuppa dei finanziamenti post-Covid e ci sono partiti nemici del sole e del vento molto sensibili su un modello pericoloso, molto costoso e che – se lo vogliamo relativamente pulito – sarà pronto tra molti anni, mentre noi abbiamo bisogno di risultati immediati e di investimenti mirati.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 “Chi sostiene, come Salvini e Italia Viva, che senza il nucleare le bollette sarebbero più care non solo dice una bugia ma percula gli italiani perché il nucleare é l’energia più costosa.” 

Middle placement Mobile

Così in una nota i co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli e Eleonora Evi.

Dynamic 1

“Basta ricordare che il prezzo concordato per l’energia nucleare prodotta dalla centrale inglese Epr di Hinkley Point é di 123 euro/Mwh sterilizzato per i prossimi 35 anni. Quindi Salvini e i leader di Italia Viva devono dire agli italiani che vorrebbero far pagare al nostro Paese l’energia ancora più cara di quanto costa oggi il gas che già oggi sta mettendo in ginocchio l’economia, a causa della speculazione e il ricatto politico che sta facendo la Russia all’Europa che ha portato il suo prezzo alle stelle. Sono posizioni irresponsabili – proseguono gli ecologisti – di chi non ha a cuore futuro del Pianeta, sottoposto al surriscaldamento legato al cambiamento climatico, e che antepone la demagogia ai veri interessi del Paese. Viene da chiedersi con chi stiano Salvini e il leader di Italia Viva, rappresentano gli interessi della Francia o quelli dell’Italia? Perché devono dire chiaramente che l’inserimento del nucleare nella tassonomia UE significa dare soldi pubblici, quindi di tutti i cittadini, all’industria nuclearista francese fortemente indebitata. Bene ha fatto il segretario del Pd Letta a indicare una strada moderna, giusta socialmente che noi Verdi da tempo sollecitiamo, quella senza finanziamenti all’energia nucleare che è costosa e pericolosissima”, concludono Bonelli ed Evi.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage