Top

Rosato (Iv) attacca Cgil e Uil: "Non capisco lo sciopero e poi quando c'era Conte non dicevano nulla..."

Il presidente di Italia Viva: "Con Conte lo sperpero delle risorse del Pnrr in bonus e spesa improduttiva, e oggi che si investe su lavoratori e famiglie si incrociano le braccia?".

Rosato (Iv) attacca Cgil e Uil: "Non capisco lo sciopero e poi quando c'era Conte non dicevano nulla..."
Ettore Rosato di Italia Viva

globalist

16 Dicembre 2021 - 16.33


Preroll

Il problema è di equità sociale. Perché la tendenza evidente degli ultimi anni è quella di premiare di più i ‘ricchi’ e penalizzare i meno fortunati. Anche in questo caso. Perché il taglio di tasse favorisce chi ha di più e favorisce poco o nulla chi ma meno. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Ma c’è chi fa finta di non vedere.

Middle placement Mobile

“Otto miliardi di euro di taglio alle tasse. C’è chi dice “è poco” e scende in piazza, io dico che è un buon inizio”.

Dynamic 1

 Lo scrive su Facebook il presidente di Italia Viva Ettore Rosato. “Dal 2022 le famiglie italiane pagheranno meno tasse in busta paga: taglio dell’Irpef e sgravio contributivo, e più di un milione di professionisti e autonomi non dovranno più versare 1 miliardo di euro di Irap”.

“Questa – aggiunge – è una manovra espansiva, lo dicono i numeri. E sfatiamo il mito che a trarne vantaggio sia chi oggi guadagna di più, perché è vero l’esatto contrario: l’effetto del taglio alle tasse scende al crescere del reddito, sono premiate le famiglie con redditi medio-bassi e quelle con figli grazie all’entrata a regime dell’assegno unico e universale dal 1° marzo”.

Dynamic 2

Conclude Rosato: “Di fronte a queste misure fatico davvero a comprendere lo sciopero generale di Cgil e Uil. Non è stato detto nulla quando si stava programmando da parte di Conte lo sperpero delle risorse del Pnrr in bonus e spesa improduttiva, e oggi che si investe su lavoratori e famiglie si incrociano le braccia?”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage