L'appello di 40 associazioni: "Draghi valorizzi le competenze delle donne nel mondo del lavoro"

E' la richiesta di manager, economiste, statistiche, accademiche, giornaliste e parlamentari riunite nella rete ’Donne per la salvezza’

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

globalist 11 febbraio 2021
A metterlo neo su bianco le 40 associazioni di manager, economiste, statistiche, accademiche, giornaliste e parlamentari riunite nella rete ’Donne per la salvezza’, che ha anche elaborato un manifesto di proposte per il Recovery Fund: “Siamo certe che il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi affronterà con energia la sfida della parità di genere, valorizzando le energie femminili nella composizione della sua squadra di governo: una sfida complessa, visto che il toto-ministri dei partiti è quasi esclusivamente maschile, ma che deve essere vinta”. 
“Per uno sviluppo dell’azione di governo che vinca la partita della parità di genere, e della riduzione delle disuguaglianze, riteniamo importante una riflessione sul Dipartimento delle Pari opportunità”, giacché, sottolineano le professioniste, ”è venuto il tempo che diventi un ministero vero e proprio, con portafoglio, e che il/la sua titolare sieda nel Consiglio dei ministri con pari poteri degli altri titolari di dicastero”.

Per la rete ‘rosa’ ciò sarebbe “un’azione di rilievo, con un valore concreto e simbolico, che riaccenderebbe nelle italiane la speranza in un percorso di fuoriuscita dalla crisi, attento alle loro necessità e ai problemi specifici della metà del Paese che paga il prezzo più alto all’emergenza Covid in termini di occupazione e di servizi”, si conclude la nota di ‘Donne per la salvezza’.