Il cinema del futuro: Academy 100 e Cinecittà
Top

Il cinema del futuro: Academy 100 e Cinecittà

Chiara Sbarigia, Nicola Maccanico insieme a Bill Kramer, Janet Yang e la presidente del Museo dell’Academy Jacqueline Stewart incontrano la stampa a Roma.

Il cinema del futuro: Academy 100 e Cinecittà
Preroll

GdS Modifica articolo

10 Maggio 2024 - 18.18 Giornale dello Spettacolo


ATF

“Il futuro dell’Academy e del nostro Premio è senza dubbio ‘globale’: il fatto che sempre più talenti internazionali conquistino la nomination tra le nostre categorie confermano che l’Oscar è un riconoscimento sempre più mondiale, che diventa sempre più un terreno importante di incontro e discussione, attraverso il cinema, della realtà del mondo che ci circonda.”

Così Bill Kramer, CEO dell’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences ha concluso l’evento a Roma, Academy 100 realizzato in collaborazione con Cinecittà per incontrare la stampa e presentare le iniziative di una collaborazione molto salda.

In onore della 100esima cerimonia degli Oscar che avrà luogo nel 2028, infatti,  l’Academy ha pubblicamente lanciato Academy100, una campagna internazionale da 500 milioni di dollari, ideata per garantire il futuro alle tante iniziative dell’Academy,  accrescerne il successo nel ventunesimo secolo e creare una forte legame con il pubblico mondiale, attraverso la passione comune per il cinema e per le storie.

L’Academy ha annunciato la creazione di questa iniziativa nel corso di una conferenza stampa promossa da Cinecittà, aperta dai saluti della Presidente Chiara Sbarigia che ha detto “I premi cinematografici sono sempre più importanti per il loro valore simbolico e la loro capacità di racchiudere industria, talento, lavoro, professionalità, dedizione, invenzione e innovazione.

Leggi anche:  Francesco Nuti, in ricordo del Signor Quindicipalle a un anno dalla scomparsa

L’Academy e Cinecittà rappresentano in pieno con la loro storia e la loro forza il radicamento del futuro del cinema. Si tratta di premi e luoghi iconici, sinonimo di qualità. Quando infatti sentiamo dire o leggiamo ‘ha concorso o vinto gli Oscar’ e ‘è stato fatto a Cinecittà’ vuol dire che queste opere sono state realizzate con cura, passione e competenza.”

Osserva la presidente Sbarigia che in conclusione ha ricordato come quest’anno ricorrano i 100 anni della nascita di Marcello Mastroianni che, purtroppo, però, non ha mai visto riconosciuto con un Oscar il suo grandissimo talento e che nonostante questo è ancora oggi una fonte di ispirazione e ammirazione per tutti.  Bill Kramer evidenzia come il sostegno all’iniziativa “Academy100” consentirà di finanziare programmi che premiano il talento e l’innovazione in campo cinematografico, preservando la storia del cinema, consentendo di organizzare mostre, proiezioni e pubblicazioni di alto livello, educare e formare una variegata generazione di cineasti internazionali, produrre efficaci contenuti digitali.

“In vista dell’imminente ingresso dell’Academy nel suo secondo secolo di vita, il nostro obiettivo è continuare a svolgere un ruolo di spicco nella comunità cinematografica internazionale. Come tutte le organizzazioni sane, l’Academy ha bisogno di un supporto sostenibile e diversificato, e siamo profondamente grati a tutti i nostri partner per il loro sostegno nel lancio di questa importante iniziativa orientata al futuro”.

Leggi anche:  Torna 'Cinema in Festa': i film da non perdere

Janet Yang, Presidente dell’Academy spiega “La nostra Accademia ha 11.000 membri tra artisti e tecnici del cinema in tutto il mondo e non è mai stata così grande e ricca di diversità e di internazionale. Al momento quasi il 30% dei nostri giurati risiede al di fuori degli Stati Uniti e questi cambiamenti hanno rappresentato un accentuato entusiasmo per i film stranieri che così, oggi, raggiungono più velocemente ed efficacemente il pubblico in tutto il mondo. Per questo motivo ci fa piacere collaborare con soggetti importanti come Cinecittà con cui sviluppare azioni comuni molto proficue. Del resto il rapporto tra l’Italia e l’America dal punto di vista cinematografico è di vecchia data e l’Italia è la nazione che ha vinto il maggior numero di migliori film dopo gli Stati Uniti.”

Nicola Maccanico, Amministratore Delegato di Cinecittà ha sottolineato l’alto valore culturale e industriale di questa collaborazione: “Cinecittà accoglie con piacere l’importante celebrazione della storia dell’Academy. La collaborazione di Cinecittà all’evento “Academy100” sottolinea la forza della nostra partnership che si manifesta anche nel sostegno all’Academy Museum e alla sua programmazione di cinema italiano”, ha affermato. Anche noi, come l’Academy, guardiamo al futuro con entusiasmo per confermarsi leader nell’industria cinematografica mondiale. Sosteniamo e promuoviamo l’iniziativa “Academy100” di cui condividiamo i valori e l’impegno nei confronti delle generazioni future. Il futuro dell’industria deve continuare a sapere incontrare il pubblico: creatività ed economia devono, potere, generare valore e cultura.” 

Native

Articoli correlati