Top

Oliver Stone: "Siamo alla fine dell'horror di Trump, il mostro se ne è andato"

Il regista parla del risultato elettorale: "Anche se ammettesse la sconfitta penso che Trump sia abbastanza pazzo da candidarsi di nuovo nel 2024".

Oliver Stone
Oliver Stone

globalist Modifica articolo

8 Novembre 2020 - 10.01


Preroll

Parole durissime: “Sono rimasto sorpreso dal fatto che ci sia stato meno supporto per il cambiamento di quanto mi aspettassi. Mi aspettavo che il popolo americano fosse stanco di Trump, stanco del suo comportamento scorretto, ma non lo è. Trump è stato apertamente oltraggioso: è vergognoso che il presidente degli Stati Uniti dica che stanno truccando le elezioni proprio mentre si stanno ancora svolgendo. Ha abusato del suo ruolo e solo per questo dovrebbe essere buttato fuori”.
Così il celebre regista americano Oliver Stone ha parlato dei risultati delle elezioni statunitensi.
“Sono rimasto scioccato e sorpreso che Trump e Biden fossero testa a testa – ha detto-. Pensavo che sarebbe stata una vittoria schiacciante per Biden, onestamente. Lo pensavo davvero ma poi mi sono preoccupato perché durante lo spoglio dei voti stavano chiaramente accadendo due cose. Una era che c’era una resistenza incredibile dal cuore del Paese, possiamo chiamarle zone rurali-suburbane. Quello che è emerso è un forte messaggio di sostegno a Trump”.
Secondo Stone, malgrado la proclamazione la vicenda potrebbe essere, però, non finita. “Trump – argomenta – farà tutto ciò che può, non sa perdere, è quello che chiamano un pessimo perdente. Vorrà che ogni voto venga controllato e renderà tutto il più difficile possibile. Combatterà con le unghie e con i denti fino al 14 dicembre e qualcosa potrebbe andare storto. Spero di no perché mi ricordo le elezioni di Al Gore e George Bush. I democratici non si aspettavano che i repubblicani giocassero così sporco ma ora sono più preparati. Vorrei pensare che Trump se ne sia andato. Il mostro se n’è andato, almeno quello più grande di tutti, spero. Sembra come un film horror. Alla fine del film dici: oh se n’è andato, il mostro è morto, ma poi c’è un sequel e ritorna. Anche se ammettesse la sconfitta, penso che Trump sia abbastanza pazzo da candidarsi di nuovo nel 2024”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile