I 100 anni di Kirk Douglas: da Ulisse a Spartacus una vita per il cinema
Top

I 100 anni di Kirk Douglas: da Ulisse a Spartacus una vita per il cinema

L'attore celebra il 9 dicembre 100 anni di vita intensa e di splendidi film, non ha mai dimenticato neanche per un istante le sue umili origini.

Kirk Douglas
Kirk Douglas
Preroll

globalist Modifica articolo

2 Dicembre 2016 - 21.42


ATF

Figlio di un emigrato ebreo russo, cresciuto in un ghetto di New York col vero nome di Issur Danielovitch Demsky, il futuro protagonista di ‘Spartacus’ e di ‘Orizzonti di Gloria’ ha sempre trovato nelle sue radici poverissime, mentre muoveva i primi passi come aspirante attore a New York, la forza ed il coraggio per farsi avanti nella vita con la intensita’ e l’aggressività che sono il motivo conduttore dei suoi ruoli più famosi.

”Ho costruito una carriera interpretando sullo schermo degli autentici bastardi”, ha dichiarato più volte nelle sue interviste. Dopo il debutto sullo schermo nel 1946 col film ‘Lo STrano Amore di Marta Ivers’, Kirk Douglas inizio’ una lunga serie di film (sette in tutto) al fianco di Burt Lancaster.

Nel 1949 Kirk Douglas conquistò la prima candidatura all’Oscar con uno dei suoi ‘bastardi’, il pugile infido Midge Kelly de ‘Il Grande Campione’.

A metà degli anni ’50 era già una potenza a Hollywood. Fu lui a volere nel 1957 il regista Stanley Kubrick, all’epoca sconosciuto, al timone della classica pellicola anti-guerra ‘Orizzonti di Gloria’. Tre anni dopo i due tornarono a lavorare insieme in ‘Spartacus’, dove l’attore interpretava il famoso gladiatore ribelle.

Leggi anche:  I cento anni di Marlon Brando, il divo immortale di Hollywood

L’attore che  non ha mai perso il suo senso dell’umorismo,  in una lettera scritta in occasione del suo novantesimo compleanno il grande di Hollywood si presenta così: ”Mi chiamo Kirk Douglas. Forse avete sentito parlare di me. Ero una stella del cinema. Sono il padre di Michael Douglas ed il suocero di Catherine Zeta-Jones. Mi sembra un miracolo essere arrivato a questo traguardo: sono sopravvissuto alla Seconda Guerra Mondiale, ad un incidente di elicottero, un infarto e ad una operazione per sostituire le due ginocchia”. 

Tra pochi giorni Kirk Douglas raggiungerà un altro traguardo, i suoi 100 anni.

Native

Articoli correlati