Gaza: l'esercito israeliano annunciato una 'pausa tattica' per garantire aiuti umanitari: no di Netanyahu
Top

Gaza: l'esercito israeliano annunciato una 'pausa tattica' per garantire aiuti umanitari: no di Netanyahu

L'esercito ha detto che la pausa inizierà nella zona di Rafah alle 8:00 e rimarrà in vigore fino alle 19:00. Ha detto che la pausa avrà luogo ogni giorno fino a nuovo avviso.

Gaza: l'esercito israeliano annunciato una 'pausa tattica' per garantire aiuti umanitari: no di Netanyahu
Convoglio dell'esercito israeliano
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Giugno 2024 - 10.03


ATF

L’esercito israeliano ha annunciato una “pausa tattica nell’attività militare” quotidiana in una parte del sud della Striscia di Gaza per consentire la consegna di maggiori quantità di aiuti umanitari, in mezzo alle crescenti critiche internazionali alla sua offensiva lì.

L’esercito ha detto che la pausa inizierà nella zona di Rafah alle 8:00 e rimarrà in vigore fino alle 19:00. Ha detto che la pausa avrà luogo ogni giorno fino a nuovo avviso.

La pausa ha lo scopo di consentire ai camion degli aiuti di raggiungere il vicino valico di Kerem Shalom, controllato da Israele, il principale punto di ingresso degli aiuti in arrivo, e di viaggiare in sicurezza verso l’autostrada Salah a-Din, una strada principale nord-sud, per consegnare rifornimenti ad altri paesi. parti di Gaza, hanno detto i militari.

Ha affermato che la pausa è stata coordinata con le Nazioni Unite e le agenzie umanitarie internazionali.

Il valico è diventato un collo di bottiglia da quando le truppe di terra israeliane sono entrate a Rafah all’inizio di maggio.

Leggi anche:  Massacro di Al-Mawasi: il disprezzo assoluto d'Israele per la vita dei palestinesi

L’annuncio è arrivato poco dopo che i militari hanno affermato che altri due soldati israeliani erano stati uccisi sabato nel nord di Gaza, oltre agli otto uccisi in un’esplosione che ha travolto il loro veicolo blindato a Rafah lo stesso giorno.

Ma subito dopo Netanyahu ha fatto sapere di essere del tutto contrario e quindi nessuna pausa.

Le perdite, tra le più pesanti per l’esercito da quando ha iniziato l’offensiva di terra a Gaza il 27 ottobre, probabilmente alimenteranno le crescenti richieste di cessate il fuoco e aumenteranno la rabbia dell’opinione pubblica israeliana per le esenzioni ultra-ortodosse dall’esercito.

Almeno 19 palestinesi sono stati uccisi sabato negli attacchi israeliani a Gaza. Almeno 37.296 persone sono state uccise dall’inizio dell’offensiva israeliana sul territorio, si ritiene che altre migliaia siano sepolte sotto le macerie e decine di migliaia siano ferite.

Native

Articoli correlati