L'esercito israeliano libera 4 ostaggi che erano imprigionati a Nuseirat
Top

L'esercito israeliano libera 4 ostaggi che erano imprigionati a Nuseirat

Israele ha dichiarato sabato di aver salvato quattro ostaggi rapiti ida Hamas il 7 ottobre, nella più grande operazione di recupero di ostaggi dall'inizio della guerra a Gaza.

L'esercito israeliano libera 4 ostaggi che erano imprigionati a Nuseirat
Gli ostaggi di Hamas liberati dall'esercito italiano
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Giugno 2024 - 13.25


ATF

Israele ha dichiarato sabato di aver salvato quattro ostaggi rapiti ida Hamas il 7 ottobre, nella più grande operazione di recupero di ostaggi dall’inizio della guerra a Gaza.

L’esercito ha dichiarato di aver salvato Noa Argamani, 25 anni, Almog Meir Jan, 21 anni, Andrey Kozlov, 27 anni, e Shlomi Ziv, 40 anni, in una complessa operazione speciale diurna a Nuseirat. Gli ostaggi sono stati salvati in due luoghi distinti nel cuore di Nuseirat.

Hamas ha rapito circa 250 ostaggi durante l’attacco al sud di Israele del 7 ottobre, che ha scatenato la guerra tra Israele e Hamas. Circa la metà è stata rilasciata in una settimana di cessate il fuoco a novembre. Israele afferma che rimangono più di 130 ostaggi, di cui circa un quarto è ritenuto morto, e le divisioni nel Paese si stanno approfondendo sul modo migliore per riportarli a casa.

Il salvataggio arriva mentre sale la pressione internazionale su Israele per limitare lo spargimento di sangue civile nella sua guerra a Gaza, che venerdì ha raggiunto l’ottavo mese. Alla ricerca di una svolta nei negoziati per il cessate il fuoco tra Israele e Hamas, apparentemente in stallo, il Segretario di Stato americano Antony Blinken tornerà in Medio Oriente la prossima settimana.

Leggi anche:  Il caso Jabarin: storia di un killeraggio mediatico

L’offensiva israeliana ha ucciso almeno 36.000 palestinesi, secondo il Ministero della Sanità di Gaza, che non distingue tra combattenti e civili nelle sue cifre.

Una delle persone salvate sabato, Argamani, è stata uno degli ostaggi più conosciuti da quando è stata rapita da un festival musicale.

Il video del suo rapimento è stato tra i primi a venire alla luce, e le immagini del suo volto inorridito sono state ampiamente condivise – Argamani trattenuta tra due uomini su una moto, con un braccio teso e l’altro tenuto fermo mentre urla “Non uccidetemi!”.

Sua madre, Liora, ha un cancro al cervello al quarto stadio e ad aprile ha pubblicato un video in cui implora di vedere sua figlia prima che muoia.

Native

Articoli correlati