D-Day, nessun russo al ricevimento all'Eliseo ma l'opposizione anti-Putin protesta: "Noi dovevamo esserci"
Top

D-Day, nessun russo al ricevimento all'Eliseo ma l'opposizione anti-Putin protesta: "Noi dovevamo esserci"

Nessun funzionario russo in rappresentanza del governo di Vladimir Putin è stato invitato all’Eliseo nel ricordo dello sbarco in Normandia a causa della guerra del Cremlino contro l’Ucraina

D-Day, nessun russo al ricevimento all'Eliseo ma l'opposizione anti-Putin protesta: "Noi dovevamo esserci"
Un veterano dello sbarco in Normandia
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Giugno 2024 - 16.31


ATF

Il presidente francese Emmanuel Macron ospiterà sulle rive della Normandia il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il re Carlo d’Inghilterra e il primo ministro canadese Justin Trudeau, in rappresentanza dei tre principali paesi coinvolti nello sbarco del 6 giugno 1944, riferisce l’Agence France-Presse.

Sono attesi anche il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy e circa 200 veterani di guerra sopravvissuti.

Nessun funzionario russo in rappresentanza del governo di Vladimir Putin è stato invitato all’Eliseo a causa della guerra del Cremlino contro l’Ucraina, giunta al suo terzo anno. Non saranno presenti nemmeno i rappresentanti dell’opposizione anti-Cremlino e della società civile, riferisce l’AFP.

L’AFP riferisce che, sebbene alcuni dissidenti russi siano d’accordo sul fatto che gli esponenti di Mosca non dovrebbero essere presenti, hanno affermato che i russi non dovrebbero essere esclusi del tutto dalle celebrazioni altamente simboliche.

“Non va bene che i rappresentanti della Russia, che hanno sacrificato milioni in questa guerra, non siano presenti”, ha detto all’AFP Lev Ponomarev, veterano attivista per i diritti, co-fondatore del gruppo Memorial, vincitore del premio Nobel per la pace.

Leggi anche:  Macron rifiuta le dimissioni del primo ministro Gabriel Attal e gli chiede di restare nella transizione

“Credo che l’opposizione avrebbe potuto e dovuto essere lì”, ha detto Ponomarev, 82 anni, che vive in Francia dopo essere fuggito dalle minacce di arresto in Russia.

“Siamo rappresentanti della Russia che ha sconfitto l’hitlerismo se non altro perché abbiamo resistito al fascismo di Putin”, ha detto all’AFP.

Native

Articoli correlati