Gaza, Netanyahu non vuole la pace: ora fa trapelare i suoi dubbi sul piano di Biden
Top

Gaza, Netanyahu non vuole la pace: ora fa trapelare i suoi dubbi sul piano di Biden

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha affermato che il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel presentare un piano per porre fine alla guerra a Gaza, aveva pubblicato solo alcuni dettagli.

Gaza, Netanyahu non vuole la pace: ora fa trapelare i suoi dubbi sul piano di Biden
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Giugno 2024 - 17.15


ATF

Biden ha pubblicato solo una versione parziale della proposta di cessate il fuoco per Gaza, dice Netanyahu

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha affermato che il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel presentare un piano per porre fine alla guerra a Gaza, aveva pubblicato solo alcuni dettagli.

“La guerra verrà fermata allo scopo di restituire gli ostaggi e poi procederemo con altre discussioni”, ha detto David Mencer, portavoce del governo israeliano, citando Netanyahu.

Ciò sembra essere la reiterazione del rifiuto di Israele di sospendere del tutto l’offensiva contro Hamas prima che il gruppo venga distrutto, facendo eco alla dichiarazione di Netanyahu di sabato in cui descriveva l’impegno per un cessate il fuoco permanente prima che la capacità militare e governativa di Hamas venisse distrutta come un “non-starter” ”.

Netanyahu ha detto sabato: “Le condizioni poste da Israele per porre fine alla guerra non sono cambiate: la distruzione delle capacità militari e di governo di Hamas, la liberazione di tutti gli ostaggi e la garanzia che Gaza non rappresenti più una minaccia per Israele”

Leggi anche:  Netanyahu nega un ospedale da campo in Israele per curare i bambini di Gaza 

Secondo la proposta, Israele continuerà a insistere che queste condizioni siano soddisfatte prima che venga messo in atto un cessate il fuoco permanente. L’idea che Israele accetterà un cessate il fuoco permanente prima che queste condizioni siano soddisfatte è un fallimento.

Qual è stata la proposta israeliana delineata da Joe Biden la settimana scorsa?

La prima fase della proposta prevede un cessate il fuoco di sei settimane durante il quale le forze israeliane si ritirerebbero da “tutte le aree popolate” di Gaza, alcuni ostaggi – tra cui anziani e donne – verrebbero liberati in cambio di centinaia di prigionieri palestinesi, i civili palestinesi potrebbero tornare alle loro case a Gaza e 600 camion al giorno porterebbero aiuti umanitari nell’enclave devastata.

In questa fase, Hamas e Israele negozieranno un cessate il fuoco permanente che, secondo Biden, durerà “finché Hamas rispetterà i suoi impegni”. Se i negoziati durassero più di sei settimane, il cessate il fuoco temporaneo si estenderebbe mentre continuano.

Leggi anche:  Netanyahu nega un ospedale da campo in Israele per curare i bambini di Gaza 

Nella seconda fase, Biden ha detto che ci sarà lo scambio di tutti gli ostaggi viventi rimasti, compresi i soldati maschi, che le forze israeliane si ritireranno da Gaza e che inizierà il cessate il fuoco permanente.

La terza fase comprenderebbe un importante piano di ricostruzione per Gaza e la restituzione degli “ultimi resti” degli ostaggi alle loro famiglie.

Native

Articoli correlati