Israele, ancora parole scomposte: "Riconoscere lo stato di Palestina è un premio al terrorismo"
Top

Israele, ancora parole scomposte: "Riconoscere lo stato di Palestina è un premio al terrorismo"

Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri israeliano, Israel Katz, dopo che venerdì il governo spagnolo ha annunciato di essere d'accordo con Irlanda, Malta e Slovenia sulla necessità di riconoscere la Palestina.

Israele, ancora parole scomposte: "Riconoscere lo stato di Palestina è un premio al terrorismo"
Preroll

globalist Modifica articolo

25 Marzo 2024 - 12.58


ATF

Riconoscere lo stato di Palestina è un dovere. Il problema non è riconoscerlo ma non averlo riconosciuto per tanti anni.

Riconoscere lo Stato palestinese rappresenterebbe «un premio per il terrorismo» e ridurrebbe le possibilità di una soluzione negoziata della guerra a Gaza. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri israeliano, Israel Katz, dopo che venerdì il governo spagnolo ha annunciato di essere d’accordo con Irlanda, Malta e Slovenia sulla necessità di riconoscere la Palestina.

«Il riconoscimento di uno Stato palestinese dopo il massacro del 7 ottobre manda un messaggio a Hamas e alle altre organizzazioni terroristiche palestinesi che gli attacchi terroristici omicidi contro gli israeliani saranno ricambiati con gesti politici verso i palestinesi», ha affermato Katz, citato dal Times of Israel.

«Una soluzione del conflitto sarà possibile solo attraverso negoziati diretti tra le parti. Qualsiasi impegno a riconoscere uno Stato palestinese non fa altro che allontanare il raggiungimento di una soluzione e aumentare l’instabilità regionale», ha aggiunto.

Leggi anche:  Così Netanyahu e i suoi alleati hanno "sequestrato" Israele
Native

Articoli correlati