Le trame di Putin sulla Moldavia: dopo la Transnistria anche la regione autonoma della Gagauzia chiede aiuto a Mosca
Top

Le trame di Putin sulla Moldavia: dopo la Transnistria anche la regione autonoma della Gagauzia chiede aiuto a Mosca

La regione autonoma della Gagauzia, in Moldavia, intende rafforzare le proprie relazioni con la Russia: è quanto riporta l'agenzia di stampa russa Ria Novosti citando la responsabile dell'amministrazione locale, Yevgenia Gutsul.

Le trame di Putin sulla Moldavia: dopo la Transnistria anche la regione autonoma della Gagauzia chiede aiuto a Mosca
Yevgenia Gutsul.
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Marzo 2024 - 14.34


ATF

Le trame di Putin continuano: dopo la richiesta di aiuto da parte del regime fantoccio filo-russo della Transnistria i tentativi di destabilizzare la Moldavia che ha scelto la via europeista continuano.

La regione autonoma della Gagauzia, in Moldavia, intende rafforzare le proprie relazioni con la Russia: è quanto riporta l’agenzia di stampa russa Ria Novosti citando la responsabile dell’amministrazione locale, Yevgenia Gutsul.

“Siamo amici da molti anni, da decenni, e abbiamo avuto buone relazioni con la Russia, vogliamo continuare ad avere il suo sostegno. I diritti della Gagauzia sono oppressi dalla Moldavia” ha concluso Gutsul, che ha incontrato a Mosca la presidente della Camera alta russa, Valentina Matvienko.

Chi sono i Gagauzi

I Gagauzi, che compongono la maggioranza della popolazione (circa 82%) della regione autonoma della Moldavia sono un gruppo etnico di origine turca. La loro lingua, il gagauzo, appartiene al ramo oghuz delle lingue turche ed è strettamente legata al turco. Pur essendo una lingua minoritaria, il gagauzo è riconosciuto come lingua ufficiale in Gagauzia, insieme al rumeno e al russo

Leggi anche:  Suslov spiega le condizioni (capestro) di Putin perché la Russia fermi la guerra in Ucraina
Native

Articoli correlati