Iran: libere le giornaliste che denunciarono la morte di Mahsa Amini
Top

Iran: libere le giornaliste che denunciarono la morte di Mahsa Amini

Niloufar Hamedi ed Elaheh Mohammadi, le reporter che avevano denunciato la morte di Mahsa Amini in Iran, sono state rilasciate dopo 17 mesi di detenzione.

Iran: libere le giornaliste che denunciarono la morte di Mahsa Amini
Le giornaliste Niloufar Hamedi ed Elaheh Mohammadi
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Gennaio 2024 - 17.49


ATF

Niloufar Hamedi ed Elaheh Mohammadi, le reporter che avevano denunciato la morte di Mahsa Amini in Iran, sono state rilasciate dopo 17 mesi di detenzione.

Le due giornaliste avevano riportato il decesso della giovane curda, avvenuto dopo il suo arresto per non aver indossato il velo in modo adeguato. Secondo i media locali, la Corte d’appello ha acconsentito al loro rilascio mediante il pagamento di una cauzione di 100 miliardi di rials ciascuna, pari a poco più di duemila euro. Rimarranno in libertà fino al processo d’appello, la cui data non è stata ancora fissata, ma non potranno lasciare il Paese.

Le accuse contro le due reporter

 Hamedi, fotoreporter del quotidiano riformista Shargh, e Mohammadi, del quotidiano riformista Ham-Mihan, sono state condannate a ottobre rispettivamente a 13 e 12 anni di carcere per “collegamento con uno Stato ostile (gli Usa)”. Gli altri capi di accusa sono “raccolta e collusione contro la sicurezza nazionale e propaganda contro il sistema”. Tuttavia, secondo la legge, Hamedi, 36 anni, ne sconterà sette e Mohammadi, 31 anni, sei.

Leggi anche:  Iran: nessun segno di attacco all'elicottero di Raisi prima dello schianto mortale

Native

Articoli correlati