La Lituania revoca il permesso di residenza a mille russi e bielorussi
Top

La Lituania revoca il permesso di residenza a mille russi e bielorussi

Guerra in Ucraina e effetti collaterali: oltre persone in Bielorussia e Russia sono state dichiarate dalla Lituania un rischio per la sicurezza nazionale e private dei permessi di residenza permanente.

La Lituania revoca il permesso di residenza a mille russi e bielorussi
Parlamento lettone
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Agosto 2023 - 14.54


ATF

Guerra in Ucraina e effetti collaterali: oltre persone in Bielorussia e Russia sono state dichiarate dalla Lituania un rischio per la sicurezza nazionale e private dei permessi di residenza permanente.

Il provvedimento arriva dopo che a russi e a bielorussi è stato chiesto di rispondere a un questionario sulle loro opinioni in merito alla guerra in Ucraina, allo status della Crimea e alle aree annesse illegalmente.

La dichiarazione ha interessato un totale di 1.164 persone – 910 dalla Bielorussia e 254 dalla Russia. Coloro ai quali è stato revocato il permesso di soggiorno possono fare ricorso in tribunale contro la decisione, mentre gli altri avranno fino a un mese di tempo per lasciare il Paese, secondo il dipartimento per l’immigrazione.

La Lituania ha dichiarato la propria indipendenza dall’Unione Sovietica oltre trent’anni fa e oggi è una democrazia che fa parte della Nato e dell’Unione Europea.

Dallo scoppio della guerra, è stato un forte sostenitore di Kiev e un luogo di rifugio per gli sfollati ucraini.

Leggi anche:  La Lituania vota per il nuovo presidente: le prime elezioni mentre c'è la guerra in Ucraina
Native

Articoli correlati