Chi è Kemal Kılıçdaroğlu, lo sfidante di Erdogan che ha promesso una nuova primavera in Turchia
Top

Chi è Kemal Kılıçdaroğlu, lo sfidante di Erdogan che ha promesso una nuova primavera in Turchia

Kemal Kılıçdaroğlu, 74 anni, è a capo del principale partito d'opposizione del Popolo Repubblicano (CHP) dal 2010 e a marzo è stato nominato candidato alla presidenza dall'alleanza di sei partiti d'opposizione.

Chi è Kemal Kılıçdaroğlu, lo sfidante di Erdogan che ha promesso una nuova primavera in Turchia
Kemal Kılıçdaroğlu,
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Maggio 2023 - 16.38


ATF

Kemal Kılıçdaroğlu, 74 anni, è a capo del principale partito d’opposizione del Popolo Repubblicano (CHP) dal 2010 e a marzo è stato nominato candidato alla presidenza dall’alleanza di sei partiti d’opposizione.

Rimasto a lungo nell’ombra di Erdoğan, l’ex funzionario pubblico, appartenente a un gruppo curdo storicamente represso, ha perso una mezza dozzina di elezioni nazionali contro Erdoğan mentre guidava il suo partito laico.

Entrato in parlamento nel 2002 con il CHP, fondato dal fondatore della Turchia moderna Ataturk, pur avendo guidato il CHP a vittorie importanti in grandi città come Istanbul, Ankara e İzmir, ha faticato ad andare oltre la sua base laica per attirare gli elettori conservatori.

Il candidato dell’Alleanza Nazionale o Tavolo dei Sei è stato criticato per la mancanza di carisma e per aver bloccato politici del suo stesso partito – come sindaci di alto profilo – che avrebbero potuto avere maggiori possibilità di vittoria.

Durante la campagna elettorale, tuttavia, Kılıçdaroğlu ha scelto una nota più inclusiva, cercando di attirare gli elettori disillusi dalla retorica di Erdoğan e dalla percepita cattiva gestione economica. Ha promesso prosperità economica e un maggiore rispetto dei diritti umani e dello Stato di diritto.

Leggi anche:  Storia di Selahattin Demirtas, il Gramsci curdo che resiste a Erdogan

Le sue schiette chiacchierate informali con gli elettori lo hanno trasformato in una sorta di star dei social media. Ha anche promesso di ritirarsi dopo aver tolto i poteri alla presidenza di Erdoğan e di “andare a passare più tempo con i miei nipoti”.

La promessa di Kılıçdaroğlu di “portare la primavera e la serenità in questa terra” ha attratto gli elettori più giovani e un’ampia fetta di turchi esausti delle guerre culturali e della retorica dura e polarizzante del presidente uscente.

Si è anche impegnato a rilasciare molte delle figure popolari incarcerate dal governo di Erdoğan sulla scia di un fallito ma sanguinoso tentativo di colpo di Stato del 2016, come parte del suo obiettivo di porre fine a quello che ha definito il “regime di un uomo solo” del presidente.

Native

Articoli correlati