Mosca nega il 'furto' di bambini: "Gli abbiamo dato rifugio per salvarli dalle bombe ucraine...
Top

Mosca nega il 'furto' di bambini: "Gli abbiamo dato rifugio per salvarli dalle bombe ucraine...

Mosca ribalta la realtà e smentisce in maniera goffa le accuse della Corte penale internazionale dell'Aia che ha emesso un mandato di arresto per il presidente Vladimir Putin per la deportazione dei bambini dall'Ucraina

Mosca nega il 'furto' di bambini: "Gli abbiamo dato rifugio per salvarli dalle bombe ucraine...
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Marzo 2023 - 12.37


ATF

Mosca è specialista nel rovesciare la realtà. E ora nega quello che è accaduto sotto gli occhi di tutti. “Tutte le speculazioni dei mass media sul presunto ‘spostamento forzato e deportazione di bambini ucraini’: la Russia ha dato rifugio ai bambini costretti a fuggire con le loro famiglie dai bombardamenti e dalle atrocità dell’esercito ucraino”.

Così l’ambasciata russa a Roma in un tweet che pubblica una foto di bambini e il collegamento a una pagina facebook della rappresentanza diplomatica, dove viene elaborato ulteriormente il pensiero di Mosca.

Nessun riferimento nel tweet o nella pagina Facebook alla Corte penale internazionale dell’Aia che ha emesso un mandato di arresto per il presidente Vladimir Putin per la deportazione dei bambini dall’Ucraina. La Corte non è riconosciuta da Mosca, che però ha aperto un’indagine penale contro il procuratore della Corte (Cpi) Karim Khan. Si fa invece – da parte russa -riferimento alla “Convenzione sui diritti del fanciullo, che riconosce che per lo sviluppo pieno e armonioso della sua personalità, un bambino ha bisogno di crescere in un ambiente familiare, in un’atmosfera di felicita, amore e comprensione”.

Leggi anche:  Russia, chiesti 5 anni per un moscovita: si era detto contrario alla guerra in Ucraina

L’invasione russa dell’Ucraina è iniziata il 24 febbraio 2022. In una risoluzione l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha chiesto la fine della guerra in Ucraina e l’immediato ritiro della Russia dal Paese, in linea con la Carta delle Nazioni Unite.

Native

Articoli correlati