Top

Il cardinale Parolin: "Mondo vicino all'abisso di una guerra nucleare, ripugnanti le minacce"

Il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, intervenuto alle Nazioni Unite in un incontro ad alto livello per la Giornata internazionale per l'eliminazione totale delle armi nucleari

Il cardinale Parolin: "Mondo vicino all'abisso di una guerra nucleare, ripugnanti le minacce"
Bergoglio e Parolin

globalist Modifica articolo

27 Settembre 2022 - 18.57


Preroll

Parole di pace contro la follia di chi – in primi la Russia di Putin – minaccia il ricorso alle armi nucleari e pretende che le sue conquiste illegali e unilaterali siano legge per il mondo intero.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 Un mondo “vicino all’abisso di una guerra nucleare”. A ribadirlo è il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, intervenuto alle Nazioni Unite in un incontro ad alto livello per la Giornata internazionale per l’eliminazione totale delle armi nucleari, come riportato da Vatican News. La minaccia dell’uso di questo tipo di armi nel conflitto in Ucraina, che ha riportato, ha detto, la guerra in Europa ad una dimensione mai vista da generazioni è “ripugnante”.

Middle placement Mobile

Quella nucleare, ha sottolineato il cardinale Parolin, è una minaccia incombente che ha implicazioni devastanti per tutta l’umanità e dimostra che l’obiettivo di una definitiva eliminazione delle armi atomiche, come ha scritto il Papa nella Fratelli tutti, è “sia una sfida sia un imperativo morale e umanitario”. Tuttavia, sottolinea il porporato, le azioni degli Stati che detengono un arsenale nucleare sono ben lontane dal favorire un esito di questo tipo, perché ampliando e modernizzando le loro armi atomiche continuano a fare affidamento sulla deterrenza atomica, disattendo gli obblighi dei trattati internazionali come l`articolo sei del Trattato di non proliferazione nucleare.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile