Top

La Russia resta come osservatore al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite

Il 7 aprile, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione che sospende la Russia dall'Unhrc a causa della sua operazione militare speciale in Ucraina

La Russia resta come osservatore al  Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite
vice ministro degli Esteri di Mosca, Sergey Vershinin.

globalist

16 Aprile 2022 - 11.49


Preroll

Guerra in Ucraina, c’è ancora qualche spiraglio dalla diplomazia. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

 La Russia resta Paese osservatore al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (Unhrc) dopo aver annunciato la sospensione della sua adesione per preservare i suoi diritti mentre lavorava con l’organizzazione e per evitare lo “scenario libico”. Lo ha dichiarato il vice ministro degli Esteri di Mosca, Sergey Vershinin.

Middle placement Mobile

Il 7 aprile, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione che sospende la Russia dall’Unhrc a causa della sua operazione militare speciale in Ucraina. Non appena la risoluzione è stata adottata, la Russia ha sospeso la sua adesione all’Unhrc per rimanere un osservatore.

Dynamic 1

Nel 2011 l’Unhrc ha sospeso l’adesione della Libia e l’ha privata di tutti i poteri, compreso il diritto di partecipare al processo decisionale e di votare, il diritto di intervenire sui punti all’ordine del giorno, di preparare e distribuire eventuali dichiarazioni. Vershinin ha ricordato che la delegazione libica può soltanto continuare a partecipare alle riunioni del consiglio.

“Se la Russia avesse accettato lo ‘scenario libico’ il 7 aprile, avremmo ricevuto una simile privazione dei diritti civili per il restante anno e mezzo della nostra appartenenza all’Unhrc. Saremmo stati trattati come spettatore silenzioso e nient’altro. L’effettiva assenza della Russia nell’Unhrc aprirebbe la strada a ulteriori manipolazioni da parte dei Paesi occidentali sul tema dei diritti umani e del loro utilizzo come strumento di pressione politica e di ricatto dei governi “non desiderati”. Non occorrerebbe parlare dell’universalità e dell’efficacia del funzionamento del Consiglio in caso di uno sviluppo simile della situazione”, ha affermato Vershinin.

Dynamic 2

Ha affermato che la Russia non può accettare questa opzione, quindi ha deciso di sospendere in anticipo la sua adesione perché i documenti costitutivi dell’Unhrc non contengono alcuna misura che potrebbe essere applicata nei confronti dei Paesi dopo la sospensione della loro adesione.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage