Ucraina, la Cina vuole la pace: "Stop ai combattimenti, la soluzione è il dialogo"
Top

Ucraina, la Cina vuole la pace: "Stop ai combattimenti, la soluzione è il dialogo"

Il ministro degli esteri cinese Wang Yi ha comunicato a quello americano Blinken la posizione della Cina: "Salviamo le vite umane, e lavoriamo per una pace stabile nella regione"

Ucraina, la Cina vuole la pace: "Stop ai combattimenti, la soluzione è il dialogo"
Wang Yi
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Marzo 2022 - 17.17


ATF

La Cina vuole lo stop della guerra. Lo ha comunicato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi alla controparte Usa Antony Blinken, in un colloquio telefonico avuto su richiesta americana, in merito alla crisi in Ucraina. “I combattimenti si interrompano il prima possibile, tutelando le vite umane ed evitando crisi umanitarie su larga scala. La Cina ritiene che per risolvere la crisi ucraina sia ancora necessario agire secondo finalità e principi della Carta dell’Onu. Il primo è rispettare e proteggere la sovranità e l’integrità territoriale di tutti i Paesi, il secondo è insistere sulla risoluzione pacifica delle controversie attraverso il dialogo”.

Wang, in una nota del ministero degli Esteri cinese, ha affermato che la situazione in Ucraina “si è sviluppata fino a questo punto, cosa che la parte cinese non voleva vedere. La questione ucraina è intricata, non riguarda solo le norme di base delle relazioni internazionali, ma anche gli interessi di sicurezza di tutte le parti ed è necessario concentrarsi non solo sulla risoluzione dell’attuale crisi, ma anche su pace e stabilità di lungo termine della regione”.

Leggi anche:   Indonesia e Cina favorevoli alla piena adesione della Palestina alle Nazioni Unite

La Cina, come membro dell’Onu con seggio permanente, “decide sempre la sua posizione e la sua politica in base ai meriti della questione”, osservando che la crisi “può essere risolta solo attraverso il dialogo e la negoziazione“. Infatti, la Cina “si oppone a qualsiasi azione che non sia favorevole alla promozione di una soluzione diplomatica” o che porti a un ad aggravare la situazione.

Negli sforzi “per la pace, incoraggiamo la Russia e l’Ucraina a negoziare direttamente. Il negoziato potrebbe non andare liscio, ma la comunità internazionale dovrebbe continuare a cooperare e sostenerlo fino a quando non si raggiungerà un risultato” positivo.

Native

Articoli correlati