Top

La denuncia dell'Onu: nello Yemen, in 16 mesi, 2mila bambini soldato sono morti combattendo

Nel rapporto dell'Onu si parla anche di campi e di corsi che i ribelli continuano a tenere per incoraggiare i più giovani a imbracciare le armi e a scendere sul campo di battaglia

La denuncia dell'Onu: nello Yemen, in 16 mesi, 2mila bambini soldato sono morti combattendo
Bambini soldato in Yemen

globalist Modifica articolo

30 Gennaio 2022 - 12.33


Preroll

La tragedia dei bambini soldato è una realtà terribile e che esiste in molti Paesi: quasi 2mila bambini reclutati dai ribelli Houthi nello Yemen sono morti combattendo tra il gennaio 2020 e il maggio 2021. A denunciarlo è un rapporto dell’Onu, nel quale si parla anche di campi e di corsi che i ribelli continuano a tenere per incoraggiare i più giovani a imbracciare le armi e a scendere sul campo di battaglia . Secondo i dati delle Nazioni Unite, i bambini soldato morti avevano tra i 10 e i 17 anni.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Ad alcuni di loro, sottolinea il report, era stato detto che avrebbero frequentato corsi culturali e invece venivano addestrati come soldati. In altri casi le famiglie sono state minacciate: se non avessero acconsentito a consegnare i figli per farli diventare soldati, non avrebbero più ricevuto aiuti umanitari. E c’è stato anche, secondo quanto riferisce il documento, un caso di stupro di un bambino.

Middle placement Mobile

Nel rapporto, gli esperti hanno spiegato di aver indagato su alcuni campi estivi nelle scuole e in una moschea dove gli Houthi, sostenuti dall’Iran, facevano proselitismo e cercavano di reclutare bambini per combattere nella guerra contro il governo sostenuto da una coalizione a guida saudita. “I bambini sono istruiti a gridare lo slogan degli Houthi ‘Morte all’America, morte a Israele, maledizione agli ebrei, vittoria all’Islam'”, ha detto il gruppo di esperti composto da quattro membri. “In un campo, ai bambini di 7 anni è stato insegnato a pulire le armi e ad eludere i razzi”.

Dynamic 1

La commissione ha detto di aver ricevuto una lista di 1.406 bambini reclutati dagli Houthi che sono morti sul campo di battaglia nel 2020 e una lista di 562 bambini reclutati dai ribelli morti tra gennaio e maggio 2021. “Avevano tra i 10 e i 17 anni – sostengono gli esperti – e un numero significativo è stato ucciso ad Amran, Dhamar, Hajjah, Hodeida, Ibb, Saada e Sanaa”.

Lo Yemen è stato inghiottito dalla guerra civile nel 2014, quando gli Houthi hanno preso Sanaa, la capitale, e gran parte del Nord del paese, costringendo il governo a fuggire prima a Sud e poi in Arabia Saudita. Una coalizione guidata dall’Arabia Saudita, con gli Emirati Arabi Uniti, sostenuta all’epoca dagli Stati Uniti, è entrata in guerra mesi dopo, nel 2015, cercando di riportare il governo al potere. Il conflitto è diventato da allora una guerra regionale che ha portato alla morte di decine di migliaia di civili e combattenti. La guerra ha anche creato la peggiore crisi umanitaria del mondo, lasciando milioni di persone a soffrire per la carenza di cibo e di cure mediche e spingendo il paese sull’orlo della carestia.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile