Top

L'Onu annuncia la liberazione di 300 bambini-soldato in Sud Sudan

Tra di loro anche 87 ragazzine, probabilmente oggetto anche di abusi sessuali. Il Paese, dal 2013, due anni dopo la sua nascita, è dilaniato da una sanguinosa guerra civile.

I bambini-soldato del Sud Sudan abbandonano le loro armi
I bambini-soldato del Sud Sudan abbandonano le loro armi

globalist Modifica articolo

8 Febbraio 2018 - 08.09


Preroll

La missione dell”Onu che opera in Sud Sudan (l’Unmiss) ha annunciato il rilascio di oltre 300 bambini soldati, nella parte meridionale del Paese devastato dal 2013 dalla guerra civile.
Il rilascio di questi 311 bambini è la prima fase di un programma che consentirà in totale la smobilitazione di 700 bambini-soldato nella regione di Yambio. Di questi, 563 appartenevano a un ex gruppo ribelle del sud del Paese, che, in base ad un accordo, si è di recente integrato con le forze fedeli al presidente Salva Kiir.
I restanti 137 bambini-soldato provengono dal principale gruppo ribelle sud sudanese, quello dell’ex vicepresidente Riek Machar.
“I bambini non dovrebbero portare armi e uccidersi a vicenda, dovrebbero giocare, imparare e divertirsi con gli amici mentre sono protetti e amati dagli adulti che li circondano”, ha detto il capo di Unmiss, David Shearer.
Shearer ha detto che 87 su 311 bambini rilasciati mercoledì sono ragazze “che probabilmente hanno subito sofferenze, tra cui abusi sessuali”. “È fondamentale che ricevano il sostegno di cui hanno bisogno per raggiungere le loro comunità e siano accolti a casa dalle loro famiglie e amici senza essere stigmatizzati. “
L’Unmiss, che ha collaborato con l’Unicef, i leader religiosi locali e le autorità locali per negoziare la liberazione di bambini, ha affermato che la sfida principale ora è quella di garantire che questi giovani abbiano accesso alla formazione, a posti di lavoro e ad un adeguato sostegno finanziario ed emotivo.
“Voglio ringraziare in particolare i leader religiosi, che hanno viaggiato in zone di conflitto e hanno messo a rischio la propria vita per mettere al sicuro questi bambini”, ha detto Shearer, con l’Unmiss che si è assicurata il rilascio dei bambini. in altre regioni, comprese le parti orientali e settentrionali del Paese.
Due anni dopo la sua divisione dal Sudan, il Sud Sudan è caduto nel dicembre 2013 in una guerra civile segnata da atrocità etniche e che ha provocato decine di migliaia di morti, quasi 4 milioni di sfollati e causato una catastrofica crisi umanitaria.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile