Top

Tre bambini torturati uccisi e fatti a pezzi per aver rubato gli uccelli dello zio di un boss

Tre meninos de rua erano scomparsi da Rio de Janeiro nel pomeriggio del 27 dicembre 2020. Ora la polizia ha ricostruito cosa è accaduto.

Tre bambini torturati uccisi e fatti a pezzi per aver rubato gli uccelli dello zio di un boss
I tre ragazzini uccisi in Brasile

globalist

26 Dicembre 2021 - 18.31


Preroll

Purtroppo non è una situazione così rara in un paese nel quale i giustizieri (talvolta anche in divisa) non badano a nulla pur di mostrare la propria ferocia e la loro capacità di comando.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Una prima verità sulla scomparsa di tre meninos de rua a Rio de Janeiro nel pomeriggio del 27 dicembre 2020 era già arrivata a settembre, ma un anno dopo la sparizione di Lucas Matheus, Alexandre da Silva e Fernando Henrique, 8, 10 e 11 anni, la polizia fornisce macabri dettagli sulla loro sorte.

Middle placement Mobile

 I tre, usciti di casa per andare a giocare a calcio nella favela, sarebbero stati torturati e uccisi dai membri di un cartello della droga che controlla il loro quartiere, i trafficanti di Morro do Castelar. Il motivo? Avrebbero rubato un uccello ornamentale allo zio di un boss locale.

Dynamic 1

Le indagini erano partite dalle ultime immagini dei tre bambini restituite da alcune telecamere di sicurezza in strada a Belford Roxo, comune dell’area metropolitana di Rio de Janeiro. A ufficializzare la loro morte il capo della Polícia Civil di Rio Allan Turnowski, che ha rivelato anche particolari agghiaccianti.

“Hanno picchiato i bambini con una tale violenza da ucciderne uno e poi hanno deciso di giustiziare anche gli altri due – è stato raccontato alla stampa dagli inquirenti. –  I corpi poi smembrati sono stati gettati in un fiume e non ancora ritrovati”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage