Top

I talebani: "Possibile ingresso delle donne nel governo, ma niente pressioni"

Le parole dell'ambasciatore designato dell'Emirato islamico ad Abu Dhabi Suhail Shanin: "Siamo pronti a un governo inclusivo, non scelto"

Suhail Shaheen
Suhail Shaheen

globalist

9 Ottobre 2021 - 18.09


Preroll

Speriamo che alla fine non siano solo speranze e si passi ai fatti, per uno stato che non sembra avere futuro per colpa della violenza e della discriminazione talebana.

OutStream Desktop
Top right Mobile

I Talebani stanno valutando l’ipotesi di includere delle donne nel loro governo, ma la comunità internazionale, in particolare gli Stati Uniti, smettano di esercitare pressioni in tal senso.

Middle placement Mobile

 In un’intervista ad al Jazeera, l’ambasciatore designato dell’Emirato islamico ad Abu Dhabi e fra i leader più influenti tra i Talebani, Suhail Shanin, ha detto: “La comunità internazionale deve rispettare la volontà del popolo afghano. Siamo pronti a un governo inclusivo, non scelto”.

Dynamic 1

Il riferimento di Shanin è in particolare alle richieste americane di inserire “membri della vecchia guardia” nel governo, richieste i Talebani continuano a respingere.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage