Sea Watch e Ocean Viking evitano una strage: salvati 400 migranti su un barcone alla deriva

I naufraghi erano su un barcone alla deriva a largo della Tunisia non lontani dalla Libia. L'operazione durata 5 ore

Il salvataggio della Sea Watch

Il salvataggio della Sea Watch

globalist 1 agosto 2021

Una strage evitata: durante un'operazione di salvataggio di 5 ore circa 400 persone sono state salvate e stanno ricevendo le prime cure sulla Sea Watch 3 e sulla Ocean Viking.

Lo fa sapere la ong tedesca Sea Watch. 

I migranti erano su un barcone alla deriva a largo della Tunisia non lontani dalla Libia.

A Lampedusa sono ancora tunisini ad arrivare a piccoli gruppi su barchini.

Negli ultimi 3 giorni oltre mille sono sbarcati e l'hotspot di contrada Imbriacola scoppia con 1.137 ospiti a fronte di una capienza massima prevista per 250. Si susseguono i trasferimenti verso navi-quarantena ed altre strutture utilizzando anche traghetti di linea, ma il centro da giorni è in forte sovraffollamento, con le conseguenti difficoltà a mantenere il rispetto delle prescrizioni contro il contagio da Covid. Anche nelle coste meridionali della Sardegna continuano a registrarsi sbarchi. Durante la notte tra venerdì e sabato barchini con a bordo 21 persone sono stati intercettati dalla Guardia costiera mentre si avvicinavano alle coste dell'Isola. In 13 sono stati invece bloccati dai carabinieri all'alba dopo che il loro barchino era approdato sulla spiaggia di Porto Pino, nel territorio di Sant'Anna Arresi. Dieci, tra i quali una donna, sono stati invece fermati mentre si allontanavano dalla spiaggia, altri tre invece erano al bar a fare colazione. Altri 17 sono giunti oggi su due barchini. Complessivamente nelle ultime 48 ore sono sbarcati in Sardegna in 71.