Festeggiare la fine della schiavitù? Per Trump è estremismo anti-patriottico
Top

Festeggiare la fine della schiavitù? Per Trump è estremismo anti-patriottico

L'estremista di destra contro il Juneteenth: non vuole che si parli dei privilegi dei bianchi

Donald Trump
Donald Trump
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Giugno 2021 - 15.17


ATF

La proposta di legge appena firmata da Joe Biden di istituire festa nazionale il 19 giugno, ricorrenza della fine della schiavitù in America, non è piaciuta a Trump. L’ex presidente Usa infatti ha pubblicato stamani un editoriale su RealClearPolitics in cui accusa l’amministrazione Biden di voler indottrinare gli studenti con “idee estremiste” e ” messaggi divisivi e antipatriottici”.
Trump contesta la decisione presidenziale di revocare la commissione 1776 e il progetto di insegnamento della storia americana depurata dallo schiavismo e chiede di fermare gli insegnamenti che “raccontano ai bambini che la loro storia è malvagia e che gli Americani sono malvagi”. La direttiva di Trump che proibiva un approccio critico alle teorie razziali e di parlare dei privilegi dei bianchi, era stata bloccata da un giudice federale.
Nell’editoriale, Trump esorta gli stati a vietare finanziamenti quei distretti scolastici o quei luoghi di lavoro dove si insegna la teoria critica della razza, “propaganda”. Ha anche chiesto agli Stati di creare le proprie Commissioni 1776 per garantire che i bambini “ricevano un’educazione patriottica e filoamericana”, e ha incoraggiato i genitori a mettere in atto proteste e controproposte per le scuole frequentate dai loro figli.

Leggi anche:  Trump attacca Biden: "Alla Casa Bianca riporterò io il buon senso"
Native

Articoli correlati