Ennesima strage in Colorado: uccide la fidanzata e i parenti per il mancato invito a un compleanno, poi si spara
Top

Ennesima strage in Colorado: uccide la fidanzata e i parenti per il mancato invito a un compleanno, poi si spara

Il 28enne Teodoro Macias ha ucciso un totale di sei persone, compresa la fidanzata Sandra Ibarra-Perez, sua coetanea

Strage in Colorado
Strage in Colorado
Preroll

globalist Modifica articolo

12 Maggio 2021 - 08.57


ATF

Un’ennesima escalation di violenza negli Stati Uniti, dove le sparatorie sono praticamente all’ordine del giorno.

A scatenare la folle violenza dell’uomo che nel fine settimana in Colorado ha ucciso sei persone a una festa di compleanno sarebbe stato il mancato invito alla riunione familiare.

Teodoro Macias, 28 anni, ha ferito a morte la sua fidanzata Sandra Ibarra-Perez, coetanea, e cinque parenti prima di spararsi un colpo alla testa.

“Macias non è stato invitato e ha risposto aprendo il fuoco” ha detto il capo della polizia di Colorado Springs.

Il movente – Nelle pieghe di questo orrendo atto c’è la violenza domestica”, ha detto il capo della polizia di Colorado Springs, Vince Niski, in conferenza stampa. Spiegando che il 28enne ha aperto il fuoco perché non invitato alla festa, ha parlato di “problemi di potere e controllo”.

Tre adolescenti, secondo quanto riportato dai media statunitensi, erano usciti pochi minuti prima della sparatoria per rientrare subito dopo la strage.

Leggi anche:  Altavilla, la ragazza che ha torturato i fratelli inviava messaggi alle amiche durante la strage familiare
Native

Articoli correlati