Brasile, Lula: “Quando arriverà il momento di correre per le elezioni io ci sarò”

L’ex presidente del Brasile è pronto a mettersi in gioco, contro Bolsonaro, per le elezioni del 2022

Luiz Inacio Lula da Silva

Luiz Inacio Lula da Silva

globalist 18 marzo 2021

Luiz Inacio Lula da Silva, ex presidente del Brasile (2003-2010), la settimana scorsa è tornato eleggibile dopo l'annullamento delle sue sentenze di condanna da parte della Corte suprema di Brasilia, e si è detto disponibile a candidarsi alle presidenziali di ottobre 2022.

Lula in un'intervista a Cnn International riportata dal quotidiano Folha de S.Paulo: "Se, quando arriverà il momento di correre per le elezioni, il mio partito e gli alleati capiranno che posso essere candidato, ed io sarò in buona salute, vi assicuro che non rifiuterò l'invito".

La richiesta a Biden di convocare il G20 sui vaccini
L'ex presidente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva ha chiesto al presidente degli Stati Uniti Joe Biden di convocare con urgenza un summit del G20 sul coronavirus e di garantire l'equità del vaccino contro la pandemia.
In un'intervista esclusiva alla Cnn con Christiane Amanpour, da San Paolo del Brasile, Lula ha invitato Washington a condividere con i Paesi più bisognosi le sue dosi di vaccino in eccesso. "Un suggerimento che vorrei dare al presidente Biden attraverso il vostro programma è questo: è molto importante convocare urgentemente una riunione del G20", ha aggiunto Lula. "È importante chiamare i principali leader mondiali e porre su un tavolo solo una cosa, una questione. Vaccino, vaccino e vaccino!".


"La responsabilità dei leader internazionali è enorme, quindi chiedo al presidente Biden di farlo perché non posso ... non credo nel mio governo", ha poi insistito l'ex presidente brasiliano. "Non avrei potuto chiederlo con Trump, ma Biden è una ventata di democrazia nel mondo", ha aggiunto Lula.