Trump si appella alla Corte Suprema contro la vittoria di Biden in Pennsylvania
Top

Trump si appella alla Corte Suprema contro la vittoria di Biden in Pennsylvania

La Corte di Appello dello Stato, a maggioranza repubblicana, aveva confermato l'assenza di prove alle accuse di brogli contenute nei ricorsi dei legali

Trump
Trump
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Novembre 2020 - 09.45


ATF

Continua l’estenuante campagna sui brogli portata avanti da Donald Trump in scia alle elezioni di un mese fa.

Contro l’assegnazione a Joe Biden della vittoria alle presidenziali 2020 in Pennsylvania, stato decisivo per la conquista della Casa Bianca: si profila il ricorso alla Corte Suprema.

L’”ingiunzione urgente” alla Corte Suprema è stata prospettata da Jenna Ellis, avvocato dello sconfitto presidente uscente, subito dopo che la Corte di Appello dello Stato in questione aveva nuovamente respinto il ricorso di Trump contro la vittoria di Biden, come già avvenuto dal Tribunale di primo grado.

La Corte di Appello, a maggioranza repubblicana, ha confermato l’assenza di fondamento e prove alle accuse di brogli contenute nei ricorsi dei legali di Trump già decretata dal giudice distrettuale di primo grado. “Le accusa di scorrettezza contenute nel ricorso sono serie ma definire un’elezione ingiusta non basta di per sé a renderla tale. Le accuse richiedono prove specifiche e qui non ne abbiamo”, ha sentenziato la Corte della Pennsylvania.

Leggi anche:  Trump cerca di prendere tempo e chiede la ricusazione del giudice che si occupa dei soldi dati alla pornostar
Native

Articoli correlati