Top

Lula da Silva ricorda Maradona: "Un gigante che ha segnato la nostra epoca"

L'ex Presidente brasiliano: "In campo è stato uno dei più grandi avversari, forse il più grande, mai affrontato dal Brasile. Fuori dalla rivalità sportiva, un grande amico del nostro Paese".

Maradona e Lula da Silva
Maradona e Lula da Silva

globalist Modifica articolo

25 Novembre 2020 - 18.28


Preroll

Luiz Inácio Lula da Silva, ex presidente brasiliano, si unisce al cordoglio del mondo del calcio e della sinistra latinoamericana per la morte di Diego Armando Maradona, scomparso oggi a 60 anni: “La sua genialità e pazzia in campo, la sua intensità nella vita e il suo impegno per la sovranità del Sudamerica hanno marcato la nostra epoca”. 
L’ex capo di Stato, che ha governato il Brasile per otto anni a partire dal 2003, ha definito il campione “un gigante del calcio, dell’Argentina e di tutto il mondo”, oltre che “una personalità unica”. La rivalità con il vicino al Brasile è stata ricordata da Lula: “In campo è stato uno dei più grandi avversari, forse il più grande, mai affrontato dal Brasile. Fuori dalla rivalità sportiva, un grande amico del nostro Paese”.
Un legame passato anche, se non soprattutto, per il canale della politica e della “solidarietà alla cause popolari e alla gente del Brasile”. Nel 2016, nel mezzo dei guai giudiziari che portarono Lula a passare sette mesi in prigione per un’accusa di corruzione e riciclaggio, Maradona si definì “un soldato” dell’ex presidente.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile