Top

L'America sta valutando la messa al bando di TikTok e altre app cinesi

Lo ha detto il segretario di Stato americano Mike Pompeo parlando con Fox News e sottolineando che si tratta di un'ipotesi che "stiamo prendendo in considerazione molto seriamente".

Pompeo
Pompeo

globalist

7 Luglio 2020 - 07.43


Preroll

Gli Stati Uniti “stanno valutando” la possibilità di mettere al bando TikTok ed altre app cinesi. Lo ha detto il segretario di Stato americano Mike Pompeo parlando con Fox News e sottolineando che si tratta di un’ipotesi che “stiamo prendendo in considerazione molto seriamente”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Non voglio anticipare il presidente Donald Trumo, ma è qualcosa che stiamo valutando”, ha insistito Pompeo, secondo il quale “se volete che le vostre informazioni private finiscano nelle mani del Partito comunista cinese” basta scaricare le app cinesi. Al segretario di Stato ha replicato un portavoce di TikTok in una nota, nella quale ricorda che la società “è guidata un amministratore delegato americano” e “non abbiamo una priorità più importante che quella di promuovere una app sicura per i nostri utenti, non abbiamo mai fornito dati al governo cinese, né lo faremmo se ci venisse chiesto”.
Le parole di Pompeo sono arrivate mentre la stessa TikTok ha fatto sapere che, “alla luce degli eventi recenti”, vale a dire l’entrata in vigore a Hong Kong della legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino, ha deciso di sospendere il servizio nella ex colonia britannica.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile