L'Ungheria sceglie la semi-dittatura e Salvini fa i complimenti a Orban

Il leader della Lega: "Saluto con rispetto la libera scelta del parlamento ungherese (137 voti a favore e 53 contro), eletto democraticamente dai cittadini"

Salvini e Orban

Salvini e Orban

globalist 30 marzo 2020
Poteva essere altrimenti? Nonostante l'Ungheria - senza alcuna ragione plausibile, dato che i contagiati da Covid-19 sono poco più di 400 e i morti solamente 13 - abbia di fatto instaurato una dittatura, concedendo pieni poteri a Victor Orban, era inevitabile che Matteo Salvini si trovasse d'accordo. Anzi, visto e considerato che 'pieni poteri' è la formula che lui stesso ha utilizzato ai tempi del Papeete, non stupisce che ora guardi con invidia all'amico ungherese. 
"Poteri speciali a Orban per combattere con forza il virus? Saluto con rispetto la libera scelta del parlamento ungherese (137 voti a favore e 53 contro), eletto democraticamente dai cittadini" scrive Salvini su twitter. "Buon lavoro all'amico Victor Orban e buona fortuna a tutto il popolo di Ungheria in questi momenti difficili per tutti", conclude il leader della Lega.