Ha 24 anni il killer alla prima di Batman
Top

Ha 24 anni il killer alla prima di Batman

Si chiama James Holmes il killer di Denver. Vestito di nero, con un giubbotto antiproiettile e la maschera antigas, ha ammazzato 12 persone.

Ha 24 anni il killer alla prima di Batman
Preroll

Desk Modifica articolo

20 Luglio 2012 - 15.08


ATF

Strage alla prima mondiale dell’ultimo film di Batman, The Dark Knight Rises. Un uomo di 24 anni con una maschera antigas come quella del cattivo del film, è entrato in un cinema di Denver, Colorado, durante la proiezione di mezzanotte, e con un fucile e due pistole ha ucciso 12 persone lasciandone 50 a terra ferite. Tra le vittime anche dei bambini.

Il killer, arrestato dalla polizia nel parcheggio del cinema subito dopo la sparatoria, era solo. Si chiama James Holmes ed è nato il 13 dicembre del 1987. Secondo i testimoni è entrato nel cinema Century 16 del quartiere di Aurora vestito di nero, con un giubbotto antiproiettile, un casco, la maschera antigas, ha aperto con un calcio la porta della sala dove era in corso la proiezione ha gettato un fumogeno e poi ha aperto il fuoco.

“Una raffica di colpi, tutti consecutivi, almeno 50-60”, ha raccontato un testimone. Gli spettatori non si sono accorti subito della follia omicida che li aveva raggiunti, convinti si trattasse di effetti speciali della pellicola: “Abbiamo sentito degli spari e un’esplosione, ma credevamo fosse il film, quando abbiamo visto che molte persone si alzavano e scappavano ci siamo alzati anche noi”, ha detto un testimone alla tv Usa 9news. Altri hanno riferito di bambini raggiunti dai colpi e caduti a terra. Dieci persone sono morte nel cinema, e altre due in ospedale. Altre 50 sono ricoverate in diversi ospedali della zona. Il killer ha raccontato alla polizia di avere dell’esplosivo nella sua casa a nord del quartiere Aurora, e per questo le forze dell’ordine hanno evacuato l’intera area. L’Fbi, che lavora alle indagini con la polizia, ha escluso legami con il terrorismo.

Leggi anche:  Bafta 2024, trionfa "Oppenheimer" con 7 premi: ancora un flop per "Barbie", che resta a secco

Il presidente Usa Barack Obama si è detto “scioccato” dalla sparatoria “tragica ed atroce” in Colorado: lo riporta un comunicato. “Come facciamo sempre nei momenti difficili e bui, dobbiamo restare uniti come fossimo una sola famiglia americana”, si legge nel comunicato. Obama assicura poi che “tutta l’amministrazione è impegnata ad assicurare i responsabili alla giustizia e a garantire la sicurezza di tutti”.

[GotoHome_Torna alla home]

Native

Articoli correlati