Pogba, la procura antidoping chiede 4 anni di squalifica: rischio stangata per il francese
Top

Pogba, la procura antidoping chiede 4 anni di squalifica: rischio stangata per il francese

Paul Pogba, centrocampista francese della Juventus, è risultato positivo a un controllo anti-doping nel corso della passata stagione. Oggi la Procura antidoping ha chiesto quattro anni di squalifica per il francese.

Pogba, la procura antidoping chiede 4 anni di squalifica: rischio stangata per il francese
Paul Pogba
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Dicembre 2023 - 12.33


ATF

Paul Pogba, centrocampista francese della Juventus, è risultato positivo a un controllo anti-doping. Oggi la Procura antidoping ha chiesto quattro anni di squalifica per il francese. Il 20 agosto scorso in occasione del primo incontro del campionato di serie A tra Udinese e Juventus disputato a Udine, Pogba era risultato positivo al `testosterone e suoi metaboliti´.

Successivamente in sede di controanalisi effettuate al laboratorio antidoping presso il Centro di Preparazione Olimpica `Giulio Onesti´ dell’Acqua Acetosa, è emerso che la sostanza vietata assunta era il deidroepiandrosterone (Dhea), ormone steroideo endogeno più aggiornato del testosterone che l’Agenzia mondiale antidoping (Wada) aveva inserito nella lista delle sostanze proibite circa una decina d’anni fa.

Ovviamente la Procura nazionale antidoping ha chiesto una squalifica di quattro anni che potrà essere confermata o ridotta a seguito del processo davanti al Tribunale nazionale antidoping. `Polpo´ aveva ammesso di aver assunto la sostanza, poi risultata in sede di controllo antidoping, senza saperlo e sarebbe stata contenuta in un integratore consiglio da un amico medico a Miami. Dal 6 ottobre scorso Paul Pogba era stato sospeso in via cautelare e, quindi, non poteva più allenarsi in seno alla squadra.

Leggi anche:  Feyenoord-Roma, alle 18.45 torna l’Europa League: come vederla in streaming gratis e probabili formazioni
Native

Articoli correlati