Il virologo Menichetti contro la destra: "I politici sui vaccini fanno danni evidenti"

Il primario di Malattie infettive all'ospedale di Pisa, commenta le interviste di Salvini, e del capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida

Francesco Menichetti

Francesco Menichetti

globalist 19 luglio 2021
La destra sta cercando di fare campagna elettorale con il Covid, soffiando sulla paura dei cittadini e salvaguardando complottisti e no vax.
Ma la politica che interviene sui temi scientifici legati ai vaccini anti-Covid "fa danni e anche evidenti, una questione tecnico-scientifica come l'urgenza di far vaccinare tutti, compresi gli under 40, non dovrebbe essere oggetto di divisioni politiche".
Così il virologo Francesco Menichetti, primario di Malattie infettive all'ospedale di Pisa, ha commentato le interviste del leader della Lega, Matteo Salvini, e del capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, che si sono detti contrari alle immunizzazione per gli under 40.
"Nel mio reparto ho avuto casi Covid gravi di pazienti molto giovani, anche se il dato della mortalità da Covid indica che il 95% dei decessi è negli over 65", ha ricordato Menichetti.
"Un atteggiamento divisivo su questi temi - ha aggiunto - produce fazioni mentre in questo momento per l'Italia serve armonia e unione di intenti".
Entrando nel merito delle vaccinazioni per gli under 40 Menichetti è chiarissimo: "Devono assolutamente farle, se vogliamo raggiungere l'immunità di gregge, l'80% della popolazione italiana vaccinata, dobbiamo convincere tutti gli over 12 a immunizzarsi".
Il virologo prosegue ricordando come "a settembre dobbiamo riprendere la scuola in presenza e se non abbiamo vaccinato i ragazzi e i docenti sarà dura, per questo è necessario che tutti gli under 40 si immunizzino".