Lo studio sul remdesivir: "Riduce i tempi di guarigione"
Top

Lo studio sul remdesivir: "Riduce i tempi di guarigione"

Brian Garibaldi della Johns Hopkins University School of Medicine presenta i risultati ma ammette: "Il farmaco non può essere definito una cura alla malattia"

Brian Garibaldi
Brian Garibaldi
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Marzo 2021 - 20.23


ATF

Il farmaco remdesivir, venduto sotto il nome di Veklury, è un antivirale e riduce la durata dell’infezione da coronavirus nei pazienti di colore o asiatici o appartenenti a minoranze, che hanno un rischio più alto di un’evoluzione grave della malattia.
A rivelarlo uno studio pubblicato sul JAMA Network Open.

Il farmaco antivirale, è stato approvato a ottobre per la cura del Covid negli Stati Uniti e lo studio ritiene che “sia associato a miglioramenti clinici più rapidi in una coorte di pazienti non-bianchi”, ha scritto il professor Brian Garibaldi della Johns Hopkins University School of Medicine.

Garibaldi è tra i medici che hanno curato l’ex presidente Donald Trump quando ha contratto il coronavirus.
Il team di esperti ammette che i dati dello studio non sono statisticamente significativi e che il farmaco non può essere definito una cura della malattia.

Leggi anche:  Gli Stati Uniti e il vizio di tirare sempre in ballo Dio in campagna elettorale
Native

Articoli correlati