Il direttore della sanità di Milano: "Situazione critica, serve l'aiuto di tutti per fermare il virus"

Walter Bergamaschi, direttore generale dell'Ats della città metropolitana: "Preoccupa che il numero dei positivi possa ulteriormente incrementare e mettere sempre più sotto pressione gli ospedali".

Walter Bergamaschi

Walter Bergamaschi

globalist 18 ottobre 2020

Niente panico ma ascoltiamo gli appelli: ''Aumentano i ricoveri in terapia intensiva e sono in costante crescita anche i casi positivi. La situazione è critica in Lombardia, ma in particolare a Milano e nella Città metropolitana. Occorre l'aiuto di tutti i cittadini per fermare la corsa del virus". 



Lo afferma Walter Bergamaschi, direttore generale dell'Ats di Milano, commentando i dati di oggi della diffusione del virus in Lombardia.
"Quello che più preoccupa - continua - è che nelle prossime ore il numero dei soggetti positivi possa ulteriormente incrementare e mettere sempre più sotto pressione gli ospedali. Cercheremo di rafforzare il rapporto con i medici di famiglia, che hanno un ruolo decisivo nel segnalare casi sospetti e sorvegliare i pazienti fragili. Oggi più che mai il loro ruolo può essere fondamentale, lavorando in rete con le Ats e seguendone le indicazioni".
Per Bergamaschi "anche i cittadini possono fare la loro parte, rispettando le regole per il bene proprio e dell'intera collettività. Avere attenzione per se stessi permette di tutelare i propri cari e la collettività".