Salute, Pd Avs e M5s presentano una proposta di legge con gli studenti: "I più deboli rinunciano a curarsi"
Top

Salute, Pd Avs e M5s presentano una proposta di legge con gli studenti: "I più deboli rinunciano a curarsi"

Elly Schlein: "I tagli che Meloni sta facendo sulla sanità pubblica hanno queste nefaste conseguenze, chi ha il portafoglio gonfio trova il modo di rivolgersi alla sanità privata, chi ce l'ha più sottile rinuncia a curarsi".

Salute, Pd Avs e M5s presentano una proposta di legge con gli studenti: "I più deboli rinunciano a curarsi"
Elly Schlein
Preroll

globalist Modifica articolo

15 Marzo 2024 - 13.50


ATF

Pd, M5s e Avs hanno presentato una proposta di legge scritta da Unione degli Universitari e Rete degli Studenti Medi per chiedere sportelli di assistenza psicologica nelle scuole e nelle università. Elisabetta Piccolotti di Avs, Francesco Silvestri dei 5 Stelle e la segretaria del Pd, Elly Schlein hanno esposto in una conferenza stampa il progetto.

«Oggi -ha detto Schlein- è la giornata internazionale dei disturbi del comportamento alimentare», una patologia per la quale «non esistono abbastanza strutture e non bastano le risorse. Si tratta di una vera emergenza che riguarda 4 milioni di persone, nella maggioranza adolescenti e per il 94% le ragazze». I tagli alla sanità del governo Meloni, sottolinea la segretaria del Pd, rende ancora più grave la situazione. «I tagli che Meloni sta facendo sulla sanità pubblica hanno queste nefaste conseguenze, chi ha il portafoglio gonfio trova il modo di rivolgersi alla sanità privata, chi ce l’ha più sottile rinuncia a curarsi. Mi rivolgo alla presidente del Consiglio: esca dal palazzo e ascolti queste voci, sono le voci che escono dalle case delle famiglie che hanno votato in tutti i modi possibili».

Leggi anche:  Sanità, Furfaro (Pd): "Il governo Meloni la smetta con la propaganda, siamo a un punto di non ritorno"

«Come Pd siamo qui a dire che siamo al vostro fianco in questa lotta», ha detto Schlein agli studenti. Mentre il capogruppo M5S alla Camera, Silvestri, osserva: «C’è un lavoro fatto in commissione con le opposizioni che va portato avanti. Non c’è un livello identitario da rivendicare di fronte a una battaglia come questa, dopo i disagi che la pandemia ha portato ai nostri ragazzi. Siamo preoccupati dai dati sul disagio dei giovani e non vediamo dal governo alcuna sensibilità su questo”. Per Piccolotti di Verdi-Sinitra «serve un cambio di passo, con l’approvazione della proposta di legge. Lavoreremo per una rapida calendarizzazione. Spero che il governo voglia smentire quanto accaduto fino ad oggi, un governo contro i giovani».

Native

Articoli correlati