Abruzzo, Bonelli (Avs): "Ora serve un campo larghissimo, siamo competitivi anche per le Europee"
Top

Abruzzo, Bonelli (Avs): "Ora serve un campo larghissimo, siamo competitivi anche per le Europee"

Abruzzo, Bonelli: "Penso che la strada, dopo aver vinto in Sardegna avendo resa competitiva questa ampia alleanza, può portarci a essere competitivi subito dopo le Europee. Meglio provare a lavorare a un campo larghissimo".

Abruzzo, Bonelli (Avs): "Ora serve un campo larghissimo, siamo competitivi anche per le Europee"
Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Marzo 2024 - 11.58


ATF

Angelo Bonelli, co-portavoce di Europa Verde e parlamentare di Avs, ha commentato l’esito elettorale delle consultazioni regionali in Abruzzo. Anche l’esponente dei Verdi ha ribadito l’importanza di proseguire sulla strada del campo largo.

«I cittadini abruzzesi hanno scelto, per quanto mi riguarda la campagna elettorale è finita il centrodestra governa questo paese e per cambiare il vento sono necessarie altre elezioni politiche». 

«L’Abruzzo indica che non c’è alternativa a una alleanza con una base programmatica. C’è un elemento positivo. Penso che la strada, dopo aver vinto in Sardegna avendo resa competitiva questa ampia alleanza, può portarci a essere competitivi subito dopo le Europee. Meglio provare a lavorare a un campo larghissimo. Penso che l’esperienza abruzzese indichi una strada. Non è più tempo di divisioni, una alleanza competitiva in prospettiva rappresenta l’alternativa alla destra».  

Leggi anche:  Catastrofi naturali, Bonelli: "Serve una patrimoniale da 60 miliardi in 5 anni, i super ricchi devono contribuire"
Native

Articoli correlati