Abruzzo, Conte (M5s): "Il vento del cambiamento può soffiare anche qui, cittadini sconfortati da Marsilio"
Top

Abruzzo, Conte (M5s): "Il vento del cambiamento può soffiare anche qui, cittadini sconfortati da Marsilio"

Elezioni regionali, Conte (M5s): "Il fallimento di Marsilio è nelle voci e nello sconforto dei tanti cittadini a cui sto dedicando ascolto e tempo in questi giorni. Cosa che Meloni non fa".

Abruzzo, Conte (M5s): "Il vento del cambiamento può soffiare anche qui, cittadini sconfortati da Marsilio"
Giuseppe Conte
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Marzo 2024 - 09.17


ATF

Giuseppe Conte, intervistato da Abruzzoweb a pochi giorni dal voto per le elezioni regionali, ha rilanciato la sfida alla destra dopo la vittoria – seppur striminzita – alle elezioni in Sardegna.

«In Sardegna è arrivata una sonora lezione per Giorgia Meloni e i suoi, che hanno tradito tutte le promesse elettorali a Roma e che amministrano male i territori. Con Alessandra Todde, prima Presidente di Regione del M5s, ha vinto la competenza, la capacità di saper ascoltare i cittadini e saper proporre soluzioni senza slogan vuoti o arroganza. Quel vento di cambiamento può soffiare anche qui».

«Il fallimento di Marsilio è nelle voci e nello sconforto dei tanti cittadini a cui sto dedicando ascolto e tempo in questi giorni. Cosa che Meloni non fa. Ho parlato con giovani medici e personale sanitario: mi hanno raccontato una vita da inferno fra strutture sanitarie senza personale, fatiscenti, con le crepe nei muri e liste di attesa infinite. Così le persone rinunciano a curarsi o devono rivolgersi al privato. Ho incontrato cittadini e volontari che vogliono salvare il bellissimo paesaggio dell’Abruzzo e difendere gioielli come la Riserva di Borsacchio, aggredita e tagliata con un voto notturno da Marsilio. A Teramo ho parlato con inquilini delle case popolari e sfollati che dopo il dramma del terremoto vivono fra disservizi, bollette da capogiro, problemi con elettricità e riscaldamenti, senza risposte dal livello regionale». 

Leggi anche:  Pd, Conte detta le condizioni: "Schlein liberi il partito dai cacicchi e saremo partner"

La differenza fra Marsilio e D’Amico, per Conte, «è evidente: Luciano è una persona competente, capace di amministrare per il bene comune, di ascoltare i problemi e risolverli. Un vero abruzzese che ama l’Abruzzo. Non un Presidente alla Marsilio, in smartworking da Roma. Noi puntiamo tutto su investimenti in Sanità, tutela del tesoro ambientale abruzzese e risposte sulle infrastrutture che chiedono cittadini e imprese per crescere».

In Abruzzo l’alleanza è anche con Azione di Carlo Calenda: «Non mi interessa far polemiche con Calenda. Attorno al Patto per l’Abruzzo ci sono candidati che hanno sposato il programma di D’Amico, un programma in cui ci sono dentro i nostri valori, dal diritto alla salute alla legalità fino alla protezione dell’ambiente. Su questo territorio si possono centrare con D’Amico grandi risultati per i cittadini grazie a un progetto credibile, solido e concreto».

Native

Articoli correlati