La capitaneria di porto si rifiuta di portare a terra il corpo di un 17enne a bordo della Geo Barents, Avs: "Disumani"
Top

La capitaneria di porto si rifiuta di portare a terra il corpo di un 17enne a bordo della Geo Barents, Avs: "Disumani"

Migranti, De Cristofaro (Avs): "Una cosa gravissima sulla quale presenteremo un'interrogazione a Piantedosi e Salvini per chiedere i motivi del ritardo nei soccorsi e di questa scelta crudele".

La capitaneria di porto si rifiuta di portare a terra il corpo di un 17enne a bordo della Geo Barents, Avs: "Disumani"
La nave ong Geo Barents
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Marzo 2024 - 14.17


ATF

La disumanità che governa questo Paese si è palesata ancora una volta sulla pelle dei più deboli. In questo caso sul cadavere di un 17enne che si trovava a bordo della Geo Barents, costretta ad approdare a Ravenna. La capitaneria di porto si è infatti rifiutata di portare a terra il corpo del giovane, costringendo l’equipaggio della nave della Ong a ulteriori 4 giorni di navigazione senza avere a bordo la necessaria attrezzatura per accogliere la salma. Del caso ha parlato Peppe De Cristofaro, capogruppo di Avs al Senato e presidente del Gruppo Misto.

«Sui migranti e sulle navi delle Ong che salvano le vite in mare la disumanità del governo Meloni non conosce confini. Il porto dove far sbarcare i migranti salvati è sempre quello più lontano. Oggi alla Geo Barents, che ha salvato 261 persone la notte scorsa, addirittura hanno assegnato due porti per lo sbarco: Livorno e Genova. Una vera e propria agonia per chi ha rischiato la vita in mare, costretto poi ad interminabili giorni di navigazione prima di poter finalmente toccare terra. È andata anche peggio alla Sea Watch».

Leggi anche:  Naufragio a 120 miglia dalle coste italiane: 64 i dispersi, i migranti erano a bordo di una barca a vela

«Non solo sarà costretta ad arrivare fino a Ravenna con 4 giorni di navigazione in più, ma lo dovrà fare con a bordo il corpo di un ragazzo deceduto dopo il salvataggio. E lo dovrà fare, anche se non attrezzata con celle frigorifere o altro, perché la Guardia Costiera, che ha raggiunto la nave umanitaria dopo 9 ore dalla richiesta di soccorso, si è rifiutata di prendere a bordo il corpo del ragazzo morto, come denuncia Sea Watch. Una cosa gravissima sulla quale presenteremo un’interrogazione a Piantedosi e Salvini per chiedere i motivi del ritardo nei soccorsi e di questa scelta crudele».

Native

Articoli correlati