Virginia Raggi: "Continuare a inviare armi a Kiev è un errore, la via diplomatica è l'unica possibile"
Top

Virginia Raggi: "Continuare a inviare armi a Kiev è un errore, la via diplomatica è l'unica possibile"

Virginia Raggi: "Dopo due anni di guerra, durante i quali l'Ucraina è stata supportata con invio di armi da parte di tutti i Paesi, è evidente che quella strategia non ha portato i benefici auspicati".

Virginia Raggi: "Continuare a inviare armi a Kiev è un errore, la via diplomatica è l'unica possibile"
Virginia Raggi
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Febbraio 2024 - 09.07


ATF

Secondo Virginia Raggi, intervistata da La Stampa dopo aver partecipato a Roma alla fiaccolata per Navalny, continuare ad inviare armi a Kiev è un errore. 

«La via diplomatica e dei negoziati è l’unica strada che ci può far uscire dal conflitto senza aggravare drammaticamente il conto delle vittime innocenti. Credo che la guerra sia sempre da scongiurare. Putin non è eterno».

«Dopo due anni di guerra, durante i quali l’Ucraina è stata supportata con invio di armi da parte di tutti i Paesi, è evidente che quella strategia non ha portato i benefici auspicati. E poi, come dice il Santo Padre, le armi non sono mai la soluzione, il più delle volte sono la causa». 

«L’Italia dovrebbe farsi promotrice dell’azione diplomatica che da tempo promuove il Vaticano. Temo che altrimenti saremo tutti condannati ad una lunga guerra di posizione con tutti i sacrifici che comporta in termini di vite umane».  

Leggi anche:  Ucraina, il M5s ribadisce: "Basta con l'invio di armi inutili, serve un cessate il fuoco per salvare Kiev"
Native

Articoli correlati