Fratelli d'Italia attacca Report: "Sparge fango e usa pentiti inattendibili, inviata un'interrogazione alla Rai"
Top

Fratelli d'Italia attacca Report: "Sparge fango e usa pentiti inattendibili, inviata un'interrogazione alla Rai"

Fratelli d'Italia contro Report: "Sembra a tutti gli effetti un `metodo´, stiamo assistendo al progressivo degradamento di una storica trasmissione, un tempo capace di fare delle vere e proprie inchieste"

Fratelli d'Italia attacca Report: "Sparge fango e usa pentiti inattendibili, inviata un'interrogazione alla Rai"
Giorgia Meloni e Ignazio La Russa
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Gennaio 2024 - 10.28


ATF

La destra italiana è allergica alla libera stampa, un dato di fatto avvalorato dai provvedimenti liberticidi e dalle proteste contro le numerose inchieste giornalistiche uscite negli ultimi mesi su esponenti della maggioranza. Oggi Fratelli d’Italia ha annunciato di aver presentato un’interrogazione all’Ad della Rai contro il cosiddetto “Metodo Report”. Lo scrive in una nota il gruppo di Fratelli d’Italia nella Commissione Vigilanza Rai.

«Abbiamo presentato un’interrogazione all’Ad Roberto Sergio e alla Presidente Marinella Soldi per sapere se l’utilizzo ricorrente di pentiti di mafia giudicati inattendibili dalla magistratura, che dopo qualche decennio fanno rivelazioni circa presunte rivelazioni su persone decedute, sia in linea con quanto stabilito dal Contratto di Servizio, che regola i rapporti tra lo Stato e la Rai».  

«E’ accaduto nel caso del padre del Presidente del Senato Ignazio La Russa, e nel caso del padre del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che tra le altre cose, come tutti sanno, ha interrotto i rapporti con Franco Meloni quando era ancora una bambina. Due servizi giornalistici per alcuni versi speculari: c’è un pentito giudicato inattendibile dai magistrati che dopo decenni tira in ballo una persona deceduta, e quindi non in grado di controbattere, per colpire indirettamente degli esponenti politici».  

Leggi anche:  Verini (Pd): "Inaccettabili gli onori per Chico Forti da parte di Giorgia Meloni, mancava solo il tappeto rosso"

«Per di più si sceglie di non dare conto al pubblico dell’inattendibilità dei pentiti intervistati, forse perché altrimenti verrebbe giù tutto l’impianto del teorema messo in piedi. Con quello che sembra a tutti gli effetti un `metodo´, stiamo assistendo al progressivo degradamento di una storica trasmissione, un tempo capace di fare delle vere e proprie inchieste, e oggi ridotta a costruire teoremi fine a se stessi, utili solo a spargere fango. Ci auguriamo che l’Ad e la Presidente rispondano presto e nel merito ai punti che abbiamo sollevato».  

Native

Articoli correlati