Gasparri denuncia il 'sito' di Report e si presenta di fronte a Ranucci con un cognac e una carota...
Top

Gasparri denuncia il 'sito' di Report e si presenta di fronte a Ranucci con un cognac e una carota...

Gasparri e il suo vergognoso attacco a Ranucci, mostra in vigilanza Rai una bottiglietta di cognac e una carota: «Se ha bisogno di farsi coraggio, qui non la mangia nessuno non c'è patibolo, sono deluso dalla scarsità di seguaci».

Gasparri denuncia il 'sito' di Report e si presenta di fronte a Ranucci con un cognac e una carota...
Maurizio Gasparri in vigilanza Rai
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Novembre 2023 - 10.04


ATF

L’atteggiamento della destra contro la libertà di espressione continua a essere al centro dell’attenzione in Italia, dopo il violento attacco alla trasmissione Report di Sigfrido Ranucci da parte di esponenti del governo Meloni, dopo le inchieste su La Russa e Berlusconi. Maurizio Gasparri, intervenendo al termine delle audizioni del direttore dell’approfondimento Rai Paolo Corsini e del conduttore di Report Sigfrido Ranucci dinanzi alla Commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai, ha annunciato che denuncerà il ‘sito’ (forse intendeva il profilo twitter?) della trasmissione.

“In questo momento, su un sito che è della Rai, quello di Report, che sta riportando notizie e commenti su questa audizione, leggo dei commenti di vario tenore, che so bene che non sono della redazione ma della gente, indirizzati alla mia persona, uno dei quali dice che ‘bisogna usare il passamontagna per affrontare uno come Gasparri’. Quindi è ovvio che io me la prenderò legalmente con la Rai, col direttore dell’approfondimento e col direttore generale, perché i commenti con minacce di tipo terroristico possono essere rimossi”.

Leggi anche:  Sardegna, Gasparri commenta i dati: "Situazione non positiva, bisognerà riflettere"

La discussione è nata dopo che Sigfrido Ranucci è stato accompagnato da decine di persone in una “passeggiata della legalità” promossa dall’Associazione Articolo 21 con la partecipazione di diversi sostenitori, parlamentari e rappresentanti del giornalismo, nei pressi del Pantheon. 

«Devo riscontare un divario tra i numeri auto-elogiativi di Ranucci – ha continuato Maurizio Gasparri – di trionfi, masse oceaniche che dall’occidente all’oriente plaudono a lui e poi c’è stata un marcetta di 40 persone, mi aspettavo un rapporto numerico di seguaci e accompagnatori». 

Il senatore Gasparri ha poi mostrato una bottiglietta di cognac e una carota: «se ha bisogno di farsi coraggio, qui non la mangia nessuno non c’è patibolo, sono deluso dalla scarsità di seguaci». Gasparri ha citato, inoltre, «Tele-Baiardo, Tele-Colombia, Tele-Tomba, Tele-Spia» in merito al lavoro di Report. La presidente della Commissione di Vigilanza Barbara Floridia ha infine minacciato l’espulsione dall’aula del senatore Gasparri per una serie di interventi nel corso della replica di Sigfrido Ranucci.

Native

Articoli correlati