Migranti, Nordio difende l'accordo con l'Albania: "Non c'è alcuna violazione del diritto"
Top

Migranti, Nordio difende l'accordo con l'Albania: "Non c'è alcuna violazione del diritto"

Migranti, Nordio sull'accordo con l'Albania: "Vi sono più di un milione di persone, forse due o tre, che ambiscono ad attraversare il mare per arrivare sulle nostre coste: qualcuno dovrà pur dire dove li dobbiamo mettere"

Migranti, Nordio difende l'accordo con l'Albania: "Non c'è alcuna violazione del diritto"
Carlo Nordio
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Novembre 2023 - 10.48


ATF

La destra rivendica l’accordo di Giorgia Meloni con l’Albania sul riposizionamento dei migranti. Un accordo che ha sollevato numerose polemiche, dal punto di vista morale e sopratutto legale. Secondo il ministro della Giustizia Carlo Nordio, intervistato da Radio 1, non esistono problemi di natura giuridica.

«Queste persone non vengono sottratte alla giurisdizione italiana: si tratta soltanto di una collocazione territoriale che è resa necessaria per questa massa improvvisa massiccia – e probabilmente anche duratura, forse anche in aumento – di persone che premono ai confini del Mediterraneo». 

«Vi sono più di un milione di persone, forse due o tre, che ambiscono ad attraversare il mare per arrivare sulle nostre coste: qualcuno dovrà pur dire dove li dobbiamo mettere, al di là delle anime belle che predicano un’accoglienza indiscriminata», ha spiegato.

«Una delle soluzioni può essere quella della distribuzione territoriale nell’ambito dell’Unione Europea ma, se nel frattempo si riesce a conquistare degli accordi con degli Stati come l’Albania, mantenendo la giurisdizione italiana ma trovando degli spazi di accoglienza che siano anche più dignitosi rispetto a quelli nei quali si trovano affollate e pigiate migliaia di persone, perché materialmente non è possibile dare loro una sistemazione rapida e dignitosa quando arrivano, non vedo dove sia la violazione del diritto internazionale», ha sottolineato Nordio.

Leggi anche:  Strage di Suviana, Licia Ronzulli accusa di sciacallaggio la Cgil: "Scioperano mentre ci sono ancora corpi da trovare"
Native

Articoli correlati