Zelensky da Mattarella, poi in Vaticano dal Papa per parlare del piano di pace di Francesco
Top

Zelensky da Mattarella, poi in Vaticano dal Papa per parlare del piano di pace di Francesco

Volodymyr Zelensky è atterrato a Roma, nell'aeroporto di Ciampino. Il leader ucraino incontrerà prima Sergio Mattarella, poi Giorgia Meloni e infine Papa Francesco in Vaticano.

Zelensky da Mattarella, poi in Vaticano dal Papa per parlare del piano di pace di Francesco
Zelensky e Francesco
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Maggio 2023 - 18.02


ATF

Un incontro nel quale si è concretamente discusso del piano di pace (ancora segreto) del Vaticano per l’Ucraina. E quindi non è stato solo un incontro informale.

Papa Francesco ha donato al presidente ucraino Volodymyr Zelensky una piccola scultura che rappresenta un ramoscello d’ulivo, simbolo della pace. Il presidente ucraino ha invece donato al Papa un’icona della Madonna dipinta sui resti di un giubbotto antiproiettile.

Il Papa a Zelensky: “Grazie della visita” e lui: “Un onore”

“La ringrazio per questa visita”, ha detto Papa Francesco accogliendo Volodymyr Zelensky. E il presidente ucraino ha risposto al Santo Padre: “E’ un grande onore”

La mattinata di Zelensky

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è arrivato al Quirinale, accolto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella con una lunga stretta di mano. Dopo l’accoglienza con il picchetto d’onore e gli inni nazionale, tra i due inizierà a breve un colloquio privato nella Sala degli Arazzi.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è atterrato in mattinata nello scalo romano di Ciampino a bordo di un aereo con la scritta “Repubblica italiana”. Ad attenderlo, a pochi metri dal luogo in cui staziona l’aereo, un lungo corteo di auto blindate e di forze di sicurezza. Il leader ucraino si muoverà nella capitale con la protezione di un imponente apparato di sicurezza, con il coordinamento dei nostri servizi di intelligence.

Leggi anche:  Putin vuole altri territori dell'Ucraina in cambio della pace, Zelensky: "È come Hitler, non ci si può fidare"
Native

Articoli correlati