Regione Lazio, Bonelli a Bianchi: "Se vince la destra diremo addio ai parchi"
Top

Regione Lazio, Bonelli a Bianchi: "Se vince la destra diremo addio ai parchi"

Angelo Bonelli a Donatella Bianchi: «Purtroppo, noi sappiamo bene cosa la destra, a partire da Fratelli d'Italia, voglia fare delle aree protette della nostra regione: ridurre perimetri dei parchi e aprirli alla speculazione edilizia».

Regione Lazio, Bonelli a Bianchi: "Se vince la destra diremo addio ai parchi"
Angelo Bonelli
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Gennaio 2023 - 14.23


ATF

La corsa elettorale alla regione Lazio è entrata nel vivo, con l’inizio delle campagne elettorali dei tre candidati si sono delineate anche le alleanze sulle quali, però, si continua a discutere. Angelo Bonelli, co-portavoce di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, in una nota si è rivolto alla candidata del M5s Donatella Bianchi.

«In questi anni e ancora oggi il Movimento 5 Stelle governa la Regione Lazio in una alleanza di centrosinistra, con assessori che lavorano fianco a fianco con quelli di tutte le forze che compongono la coalizione ecologista e di sinistra che sostiene D’Amato Presidente».

«Riteniamo quindi errata la replica della candidata presidente del Movimento 5 Stelle Donatella Bianchi che ha respinto la richiesta partita da molti intellettuali in un appello e da noi sostenuta, di un suo ticket con D’Amato. Questa divisione dello schieramento progressista nel Lazio rischia di consegnare alla destra di Giorgia Meloni il governo della Regione. E, purtroppo, noi sappiamo bene cosa la destra, a partire da Fratelli d’Italia, voglia fare delle aree protette della nostra regione: ridurre perimetri dei parchi e aprirli alla speculazione edilizia».

Leggi anche:  Bonelli (Avs): "Le opposizioni inizino un confronto serrato per fermare la destra che vuole smantellare la Costituzione"

«Che Donatella Bianchi, che viene dal WWF, non consideri queste ragioni lo troviamo incredibile e poco responsabile. Per questo sollecitiamo nuovamente una ripensamento della scelta del M5S, perché la proposta di un ticket avanzata dal candidato di centro sinistra è corretta e ragionevole».

Native

Articoli correlati