Pd, Bonaccini o Schlein? Gualtieri cita Marx per dire che lui..."
Top

Pd, Bonaccini o Schlein? Gualtieri cita Marx per dire che lui..."

Il sindaco Pd di Roma Roberto Gualtieri ha parlato del congresso del Partito Democratico e delle candidature di Stefano Bonaccini e Elly Schlein

Pd, Bonaccini o Schlein? Gualtieri cita Marx per dire che lui..."
Preroll

globalist Modifica articolo

9 Dicembre 2022 - 16.55


ATF

Chi vorrebbe segretario del Pd o nuovo Pd che dir si voglia? “Bonaccini o Schlein? Li guarderò molto bene. Hanno entrambi punti di forza”. Lo ha detto il sindaco Pd di Roma Roberto Gualtieri intervenendo a `Omnibus´ su La7.

«Schlein – ha spiegato – sta dicendo molto bene che è necessaria una critica al nostro modello di sviluppo e servono cambiamenti profondi e distributivi di transizione energetica. Questo è fondamentale ma non devono essere principi declamati in modo movimentista o radicale, ma trasformarsi in capacità di governo. Marx diceva che il comunismo è il momento reale che trasforma le cose esistenti. Ora non è che dobbiamo fare il comunismo, naturalmente, ma è un concetto di filosofia politica, il cambiamento anche profondo e radicale deve essere trasformato in una capacità di mobilitazione della società dal basso e di governo”.

“Il Pd è un partito di governo – ha sottolineato Gualtieri – e deve avere una forte responsabilità, e da questo punto di vista Bonaccini ha una certa solidità. Sono due candidati che esprimono cose giuste e il congresso dovrà tradursi nella capacità del partito di essere un partito che sa progettare un cambiamento ma in modo credibile. Deve essere un partito del socialismo europeo, socialista, democratico, aperto alle forze italiane e che sa cambiare il paese e non solo dirlo».

Leggi anche:  Julian Assange, il Pd: "Chiediamo il ritiro delle accuse e la fine della detenzione arbitraria nel Regno Unito"
Native

Articoli correlati